I Top&Flop di Torino-Lazio

0
59

Contro la Lazio il Torino non è riuscito ad interrompere l’astinenza da vittorie casalinghe e, nonostante il vantaggio iniziale e le tante occasioni avute per chiudere la partita, non è riuscito ad andare oltre l’1-1.
Ecco quali sono gli aspetti top e flop della partita.

TOP

IL SETTIMO GOL DI BELOTTI: lo scorso anno, nel suo primo campionato in serie A, Andrea Belotti era riuscito a trovare il gol in sei occasioni. Con quello messo a segno alla Lazio ieri l’attaccante è arrivato, alla sua prima stagione in granata, a quota sette gol. Un buon bottino a dieci giornate dalla fine del campionato.

 

IL NUMERO DI OCCASIONI CREATE: rispetto alla precedenti partite, contro la Lazio, il Torino è tornato a creare diverse occasioni per andare a segno. Immobile e compagni non sono purtroppo riusciti a sfruttare la gran mole di gioco costruito, ma quello delle palle gol è un dato certamente positivo se paragonato alle poche occasioni avute negli ultimi mesi.

FLOP

 

LE SOSTITUZIONI TARDIVE DI VENTURA: la prima sostituzione del Torino contro la Lazio è arrivata al 34′ del secondo tempo, ovvero dopo il pareggio di Biglia su rigore. Fino a quel momento Ventura, nonostante la propria squadra fosse in palese difficoltà fisica e stesse subendo sempre di più la manovra avversaria, ha mantenuto in campo la stessa formazione schierata all’inizio. Una scelta che i granata hanno pagato lasciando sul campo due punti.

 

LE TANTE OCCASIONI SPRECATE DAL TORO: prima il calcio di rigore di Immobile sparato in curva, poi i palloni arrivati e non sfruttati a Belotti, Zappacosta e ancora Immobile. Contro la Lazio il Toro ha creato sì tante occasioni da gol ma le ha sprecate quasi tutte. Questa, insieme alle discutibili scelte di Ventura, è una delle cause della mancata vittoria del Torino.

 

I SEI MINUTI DI MOLINARO DAL 66′ AL 72′: i minuti che vanno dal 26′ al 32′ del secondo tempo di Torino-Lazio hanno visto Cristian Molinaro sfortunato protagonista. Prima l’autogol rischiato con una deviazione all’indietro che ha di poco sfiorato la traversa a Padelli battuto, poi il fallo su Keita in area di rigore che ha permesso a Biglia di presentarsi sul dischetto a realizzare la rete del definitivo 1-1.

 

LA TENUTA FISICA DEL TORO: “Nel secondo tempo abbiamo avuto un calo fisico, non mentale”. Queste sono parole di Andrea Belotti al termine della partita contro la Lazio che hanno evidenziato un altro problema del Torino: la tenuta fisica.

 

Condividi