Toro, Zappacosta e Silva reclamano spazio sulla fascia: Ventura ci pensa

0
54

Domenica il Toro è chiamato ha una prestazione positiva contro il Genoa per ritrovare la vittoria e per poter lavorare con il giusto spirito nella settimana che porterà al derby. Gasperini punta molto sui suoi esterni, che siano d’attacco, in caso di 4-3-3, o che siano di centrocampo, in caso di 3-5-2 o 3-4-3. Per questo motivo sarà molto importante anche il rendimento degli esterni granata, chiamati a fare la differenza.

 

Bruno Peres non dovrebbe perdere la maglia da titolare, nonostante un periodo di appannamento, quindi rimane da scegliere chi occuperà l’altra fascia. Il ballottaggio sembra essere tra Gaston Silva e Zappacosta (con l’ex Atalanta in campo sarebbe Peres a spostarsi a sinistra). L’uruguaiano ha raccolto 7 presenze in questo campionato, di cui 2 da centrale difensivo e 5 da esterno sinistro. Silva ha dimostrato di poter garantire un rendimento sufficiente in quella posizione, soprattutto in fase difensiva. Lo stesso non si può dire in proiezione offensiva: il giocatore non spinge come un esterno vero e preferisce non proporsi lontano dalla propria zona di competenza. Un difensore centrale (terzo di sinistra) riadattato al ruolo di esterno per consentirgli maggiore spazio rispetto a quello che avrebbe da vice-Moretti. L’età è dalla sua parte e il margine di miglioramento è ancora ampio. In questo finale di stagione lavorerà soprattutto per guadagnarsi la riconferma nel Toro della prossima stagione.

 

Discorso diverso per Zappacosta, che è arrivato a Torino con alle spalle una stagione da assoluto protagonista con la maglia dell’Atalanta. Zappacosta ha trovato sicuramente meno spazio di quanto immaginava in estate, ma rappresenta il futuro del Toro in quella fascia. L’investimento della società è stato infatti considerevole e bisogna puntare sulle qualità del giocatore. Ventura non lo vede a sinistra e quindi può essere impiegato solo come vice-Peres, oppure sempre sulla destra ma con il brasiliano spostato a sinistra. Situazione considerata “di emergenza” dal tecnico che, nei piani, sulla fascia sinistra avrebbe schierato Avelar, o in alternativa Molinaro. Il primo, però, ha finito la sua stagione, mentre il secondo non attraversa un periodo di forma. Ecco, quindi, che potrebbe toccare di nuovo a uno tra Gaston Silva e Zappacosta dal primo minuto. Entrambi saranno sotto esame e dovranno aiutare al Toro a tornare con un dieci in pagella dalla trasferta di Genova.

 

 

Condividi