Le pagelle di Torino-Juventus

0
76

PADELLI 5: sulla punizione di Pogba che permette alla Juventus di passare in vantaggio la sua posizione è tutt’altro che perfetta, lascia troppo spazio tra sé e il palo alla sua destra facilitando la conclusione del francese. Meno colpevole sui restanti tre gol incassati.

 

PERES 5.5: ha il merito di procurarsi il rigore che, momentaneamente riapre la partita. Per il resto si mette in mostra con qualche sporadica sortita offensiva.

 

MAKSIMOVIC 4.5: in cooperazione con Glik permette a Khedira di incunearsi indisturbato nell’area granata senza la minima opposizione. Un errore che condiziona il resto della sua prestazione.

 

GLIK 4: dov’è finito il Glik che conoscevamo? L’arcigno difensore centrale che ha fatto innamorare di se i tifosi granata non si vede neanche oggi. L’incomprensione con Maksimovic in occasione del gol dello 0-2 è ai limiti dell’imbarazzante. Tutt’altro che perfetto anche in occasione del terzo gol bianconero.

 

MORETTI 4.5: nell’azione del 2-0 bianconero neanche il numero 24 è esente da colpe, il primo a sbagliare tra i granata è infatti proprio lui. Contro gli attaccanti bianconeri fatica più del dovuto.

 

SILVA 5: quello del terzino sinistro non è il suo ruolo ma, anche nel derby, Ventura si ostina a schierarlo in quella posizione. Il risultato è che il Torino di fatto rinunciare ad attaccare sulla fascia sinistra (st 30′ ZAPPACOSTA sv)

 

ACQUAH 4: tanti, troppi errori. Nel primo tempo si prende un cartellino giallo evitabilissimo per un inutile fallo su Rugani. L’ammonizione sembra poi frenare la sua foga per tutti i restanti minuti di gara. Sul suo giudizio pesa anche l’errore in occasione del gol del 4-1 quando tiene in gioco Morata anziché salire insieme ai propri compagni.

 

VIVES 5: parte bene recuperando un paio di buoni palloni ma finisce col sparire troppo presto dal campo. Paga la differenza di passo rispetto ai più giovani e dinamici centrocampisti bianconeri, in particolare Pogba.

 

BENASSI 5.5: inizia bene la partita, tanto che le prime occasioni da gol sono sue: prima di testa non trova la porta, poi di destro si fa parare la conclusione da Buffon. Con il passare dei minuti cala anche lui (st 36′ BASELLI sv).

 

BELOTTI 6: corre e lotta per tutta la partita, è l’ultimo ad arrendersi tra i granata. Nel secondo tempo mostra coraggio nell’assumersi la responsabilità di calciare il rigore. Il rigore lo calcia poi in maniera magistrale riaprendo momentaneamente la partita.

 

IMMOBILE 5: nel primo tempo agisce troppo distante dall’area di rigore e in più di un’occasione finisce per pestarsi i piedi con Belotti. Alla fine del primo tempo è costretto a lasciare il campo per infortunio. (st 1′ MAXI LOPEZ 6: se Rizzoli non gli avesse annullato ingiustamente il gol del 2-2 sarebbe potuto essere un altro derby. Sul 3-1 è invece Barzagli a negargli la gioia della rete).

 

All. VENTURA 4: il suo Toro parte bene ma, come già accaduto troppe volte, dopo essere andato in svantaggio si scioglie regalando alla Juve nel 2-0. Negli spogliatoi riesce a caricare la squadra che torna in campo con un piglio diverso, prima che il 3-1 di Morata faccia nuovamente sparire il suo Torino dal campo. Nella ripresa potrebbe osare qualcosa in più ma preferisce restare federe al suo 5-3-2 e il Toro non cambia passo. Non paga neanche la scelta di schierare Silva anziché Zappacosta dal primo minuto.

 

Arbitro RIZZOLI 3: e questo sarebbe il miglior arbitro italiano? Prima grazia Alex Sandro dalla seconda ammonizione, poi annulla un regolarissimo gol di Maxi Lopez sull’1-2: sarebbe stata la rete del pareggio granata. A onor del vero, anche Glik, in occasione della fallo che causa la punizione del 4-1, sarebbe stato da ammonire per la seconda volta.

 

Condividi