Gazzi, un destino legato all’Inter

0
90

La partita contro l’Inter, per Alessandro Gazzi, non può che avere un significato particolare. Lo scorso anno la prestazione splendida messa in campo proprio a San Siro garantì al centrocampista, sul punto di lasciare Torino, la permanenza in granata.

 

Quest’anno, al contrario, lo spazio che Alessandro Gazzi è riuscito a ritagliarsi è stato notevolmente inferiore. Per lui, all’attivo, ci sono solo 10 presenze e il rendimento non è di certo all’altezza di quello della stagione precedente. La condizione fisica non è delle migliori e anche il rendimento tecnico-tattico è stato decisamente altalenante tanto che la società ha provato anche a rimetterlo sul mercato senza però ricevere offerte interessanti. Gazzi resta al Toro ma Ventura .gli preferisce nella maggior parte dei casi Vives e gli infortuni non gli facilitano di certo il compito.

Il derby avrebbe potuto rappresentare la partita della svolta ma l’ennesimo infortunio gli ha nuovamente messo in bastoni tra le ruote. Se fosse riuscito a recuperare in tempo per la gara contro i bianconeri si sarebbe di certo giocato un posto da titolare ma Ventura, ancora una volta, gli ha preferito Vives e per il centrocampista si è presentata l’ennesima panchina.

 

Ecco allora che la pausa per le festività di Pasqua non poteva che arrivare nel momento migliore, soprattutto per Gazzi che ha potuto così sfruttare a pieno questo periodo di pausa, seppur breve, per ritrovare la forma fisica e soprattutto quella mentale. Una forma che potrebbe permettergli di scendere finalmente in campo, domenica sera, proprio contro la squadra che già una volta ha segnato il destino del giocatore granata. L’occasione giusta, se schierato, per rimettersi in gioco e magari riprendersi, almeno per questo finale di stagione, il posto da titolare tornando ad essere il giocatore determinante che ha dimostrato di poter essere. 

 

Condividi