Ventura: “Quando giochiamo a calcio, mettiamo in difficoltà chiunque”

0
99

Giampiero Ventura è molto soddisfatto per i tre punti conquistati: “Ce n’era proprio bisogno” commenta il tecnico, “abbiamo vissuto tre mesi e mezzo molto difficili. È una vittoria che serve alla società ma soprattutto ai tifosi, che erano delusi. La partita di stasera è la conferma di quello che abbiamo sempre detto: se giochiamo a calcio possiamo mettere in difficoltà chiunque, se abbiamo paura di osare qualcosa non possiamo ambire a niente di particolare. Quello che abbiamo sempre fatto era figlio di un gioco, ma stasera abbiamo vinto meritatamente e giocando a calcio“.

“Nel primo tempo avevamo giocato poco, nel secondo tempo è andata nettamente meglio”. 

 

I miei giocatori sono giovani, e estremamente disponibili. Ce la faranno tutti ad arrivare, a ritagliarsi uno spazio importante: ce la farà Belotti, che penso andrà in Nazionale come lo pensavo per Darmian, OgbonnaCerci e Immobile. Ce la farà anche Baselli: nessuno mette in discussione le sue qualità, ma lui deve avere l’umiltà, come sta avendo, di mettersi sempre in discussione. In Serie A ci sono tanti giocatori, ma quelli che possono fare la differenza devono lavorare tanto. Come sta facendo lui e altri, arriveranno tutti. Ha preso  una strada e sta proseguendo in quella direzione”. 

 

Poi, sui rigori: “Il nostro mi sembra netto. Quello per l’Inter? Moretti mi sembra girato di spalle, ma non voglio più commentare. Ho sbagliato a farlo la domenica del derby”.

 

Maxi Lopez? Quando è arrivato qui al Toro, tra lo scetticisco, ha fatto subito vedere di poter essere determinante. Dipende tutto solo da lui, non da quello che viene scritto ma dalla sua voglia di mettersi in discussione, dalla sua volontà, stiamo lavorando su di lui. Se c’è la volonta c’è tutto, è stato importante per tutti. Poi stiamo parlando di un ex Barcellona”. 

 

 

Condividi