Il Toro e le neopromosse: con Ventura 41 punti in 21 partite

0
56

Le neopromosse hanno faticato non poco ad affrontare i ragazzi di Ventura dal 2012 in poi. Dal campionato 2012/2013, in coincidenza con il suo ritorno in serie A, il Torino ha conquistato 41 punti su 21 match contro squadre appena arrivate nella massima serie con una media di quasi 2 punti a partita (più precisamente 1,952 punti a gara), perdendo solo 2 partite: la prima con l’Empoli il 6 maggio 2015 per 0-1 a causa di una clamorosa autorete del portiere Padelli al terzo minuto del primo tempo e l’ultimo ko,  l’1-2 con il Carpi, sempre a causa di Padelli. Prima del match, i granata con una vittoria a Modena avevano avuto l’enorme possibilità di guardare tutti dall’alto almeno per una notte e ritornare da soli in testa alla classifica di A dopo la bellezza di 38 anni e 7 mesi.

 

Nella prima stagione di serie A dell’era Ventura, la squadra riesce a salvarsi in netto anticipo con tutti i giocatori del Toro che hanno disputando un discreto campionato e naturalmente solo due le neopromosse affrontate : Pescara e Sampdoria. Doppia vittoria con gli abruzzesi (3-0 all’Olimpico e un 2-0 all’Adriatico) e un doppio pareggio contro i blucerchiati (1-1 a Marassi e 0-0 a Torino).

 

Nella stagione successiva, quella esaltante per i gli uomini di Ventura, culminata con il settimo posto finale in campionato e la conquista (grazie ai problemi del Parma) di un posto ai preliminari di Europa League grazie anche al decisivo contributo dei due Gemelli del Gol, (35 segnature in due per Alessio Cerci e Ciro Immobile quest’ultimo capocannoniere con 22 reti senza tirare calci di rigore) contro le neopromosse arrivano risultati importanti. Una doppia vittoria per 2-0 contro il Sassuolo, un pareggio e una vittoria contro il Verona (2-2 all’Olimpico e 3-1 al Bentegodi) e contro i gialloblù di Mandorlini è battaglia vista la qualità dell’organico dei veneti (Jorginho e Toni), un successo e un pareggio anche contro il Livorno (un pareggio per 3-3  all’Armando Picchi e un successo per 3-1 fra le mura amiche).

 

Nella stagione scorsa, granata protagonisti in Europa League con la vittoria “corsara” a Bilbao prima dell’eliminazione agli ottavi con lo Zenit e solo per un soffio sfugge una nuova qualificazione in campo continentale. E anche nello scorso campionato contro le neopromosse doppio successo contro il Cesena (3-2 al Manuzzi e la manita all’Olimpico, la vittoria più “vistosa” del Torino di Ventura dal 2012 in poi), doppio pareggio con identico risultato, 2-2, contro  il Palermo. Solo con contro l’Empoli di Maurizio Sarri i granata ebbero più difficoltà: 0-0 in Toscana e la sconfitta 0-1 in casa con il “karakiri” di Padelli.

 

Infine in questa sofferta ultima stagione, contro le neopromosse sono arrivate due vittorie con il Frosinone (2-1 al Matusa in rimonta alla prima giornata e il 4-2 all’Olimpico nel giorno del ritorno di Ciro Immobile”), mentre contro il Carpi una sconfitta a Modena (1-2) e un pareggio a reti bianche a Torino, con il penalty sbagliato da Maxi Lopez. Infine la vittoria nel proprio stadio contro il Bologna, grazie alla prima rete di Belotti con la maglia del Torino (e il raddoppio di Vives) .

Sabato 16 aprile a Bologna i Granata provano a continuare questa tradizione positiva contro le neopromosse e la squadra di Ventura per la prima volta insegue il traguardo stagionale di vincere almeno tre gare consecutive.

 

 

Condividi