Ventura: “Cairo ha parlato di ottavo posto, cercheremo di raggiungerlo&quot

0
105

Alla vigilia di Bologna-Torino, il tecnico granata Giampiero Ventura presenta così la partita contro i felsinei.

 

“Abbiamo avuto tre mesi di grande sofferenza e di problemi, in queste ultime due partite non è che abbiamo risolto tutto, ma abbiamo dimostrato che se questa squadra gioca come sa può fare bene. A Bologna il risultato è prioritario. Il presidente ha parlato di ottavo posto, noi ci proviamo ma il grande obiettivo nostro è quello di rendere importante questa stagione sul piano di quello che ci può insegnare. Dobbiamo fare tesoro degli errori di quest’anno”.

 

“Nelle prossime tre partite giocheranno tutti. C’è gente che ha tiurato il carro da tanto, quindi è normale che dovremmo fare rotazione”

 

Su Maxi Lopez. “Ormai la questione Maxi Lopez è una barzelletta, ma è finita subito”

 

“Queste partite non serviranno a capire se un giocatore puà essere confermato oppure no, questo la società lo sa già. Le prossime partite saranno delle verifiche dal punto di vista tecnico ma non c’entrano con il mercato”.

 

Su Belotti. “Belotti è un dei giocatori che riposerà, perché ha giocato più quest’anno che inj tutta la sua carriera. Belotti ha fatto vedere qualcosa, ma non ha ancora fatto vedere tutto perché ha grandi margini di miglioramento. Belotti è sulla strada giusta per arrivare, è un giocatore giovane che può avere un grande futuro davanti a sé, se mantiene questa umiltà”.

 

Sul suo futuro. “Il presidente sono due mesi che dice che Ventura sarà l’allenatore del Torino anche in futuro e l’ho detto pure io. Se usi la parola “programmazione con i giovani” devi sapere cosa significa, se vuoi un obiettivo immediato devi fare una programmazione diversa. Il Torino in questi anni ha ottenuti grandi risultati, basti pensare al Settore giovanile e ha quello che ha ottenuto in questi anni. Se oggi Cairo mi dicesse “prendiamo Icardi” io direi di no, perché oggi un top player nel Torino non inciderebbe quanto dovrebbe, invece fra due o tre anni se si sarà costruito uno zoccolo duro allora sì che il top player può fare la differenza per far stare il Toro in Europa. Questa è la programmazione. Il nostro discorso è ad ampio raggio, la singola partita è solo una piccola tappa per raggiungere grandi obiettivi. Non viviamo alla giornata pensando solo alla singola partita”.

 

 Su Maksimovic. “Per noi è un valore aggiunto ma dobbiamo dargli il tempo di recuperare. Ha accelerato i tempi per riprendersi i tempi dall’infortunio. Maksimovic giocherà, questo è fuori dubbio, ma non è importante quante partite farà da qua alla fine, l’importante è la qualità delle partite che farà. Adesso vedremo se giocherà domani, altrimenti giocherà mercoledì”.

 

Su Martinez: “Martinez è un buon calciatore, ma a livello mentale non è ancora riuscito a superare l’empasse dell'”io sono”. Io capisco che vorrebbe giocare ma per poter giocare di più deve riuscire a fare quel salto dal punto di vista mentale. Quando ha giocato con l’Empoli si è presentato lui quattro volte davanti al portiere, non un altro. Contro la Sampdoria ha giocato settanta minuti senza fiatare. Questi sono grandi segnali”.

 

Su Gaston Silva: “Se giocassimo con una difesa a quattro potrebbe giocare terzini sinistro, con una difesa come la nostra lo vede invece più come centrale anche se quest’anno ha giocato spesso come esterno. Gaston Silva è un ragazzo che lavora con la testa giusta e penso che lui riuscirà ad arrivare. Nelle prossime partite anche Silva troverà giocherà”.

 

Su Baselli. “Se intraprenderà la strada giusta, come sta facendo, penso che sarà un altro giocatore che arriverà a raggiungere risultati importanti. Il suo problema è lo stesso di Belotti, cioè che ha giocato finora più di quanto avesse fatto in precedenza. Baselli è un giocatore di grande prosepttiva, credo che il Torino abbia fatto bene a prenderlo. Il futuro è di Baselli, di Zappacosta, di questi giocatori”.

 

Infine, Ventura è tornato a parlare del Bologna. “All’andata il Bologna è venuto qui a fare una partita più difensiva che altro, ha avuto un periodo di appannamento ma si è ripreso come ha dimostrato a Roma. Per noi la partita di domani sarà una partita in cui andremo a verificarci, sarà importante come cercheremo di ottenere il risultato”.

 

Si è chiusa così la conferenza stampa di Ventura.

 

 

Condividi