15 aprile 1992: Torino-Real Madrid 2-0

0
177

Sono 60.000 i cuori granata sugli spalti del “Delle Alpi”, in quella incredibile serata di Aprile di ventiquattro anni fa.
Il Toro di Emiliano Mondonico, dopo aver eliminato nell’ordine KR Reykjavik, Boavista, Aek Atene ed i danesi del BK 1903 Copenaghen, perde di misura quindici giorni prima in terra iberica contro il mitico Real Madrid nella gara di andata della semi-finale di Coppa Uefa, dovendosi giocare tutto nella gara di ritorno, che vale il primo accesso ad una finale europea nella propria storia.

 

Al “Bernabeu”,  l’illusorio gol di Walter Casagrande viene vanificato in pochi minuti dalle reti di Hagi prima, e di Hierro poi. Finisce 2-1, ma a Torino, sarà tutt’altra storia.
Lo stadio, fin dall’ingresso in campo delle squadre per il riscaldamento, è completamente granata, traboccante di passione.L’impresa storica, è lì ad un passo, si respira nell’aria.

 

Pochi giri d’orologio ed il cross di Lentini dalla destra viene maldestramente indirizzato da Rocha sotto la propria traversa, imparabile per Buyo, 1-0. Il Toro arremba,attacca,  vede la storica finale ad un passo.
Alla mezz’ora della ripresa Lentini punta Chendo e crossa chirurgicamente per Luca Fusi. che sigla il 2-0 consegnando così i granata all’Olimpo del calcio, per quella che sarà la prima finale europea (ed a tutt’oggi l’unica) nella storia del Club.
Un paio di settimane, ed i granata affronteranno in finale i “lancieri” di Amsterdam, che si sono sbarazzati in semifinale del Genoa, precludendo così la possibilità di una tanto sognata finale tutta italiana.

 

Condividi