Le pagelle di Bologna-Torino

0
101

PADELLI 6: chiamato in causa in poche occasioni, non deve compiere interventi difficili

 

PERES 6: croce e delizia, la faccia del Toro dell’ultimo periodo. Quando si accende mostra di avere i numeri per essere sempre protagonista ma allo stesso tempo si distrae, e solo il palo lo salva quando Giaccherini lo beffa ad inizio ripresa

 

BOVO 6.5: ancora preferito a Maksimovic, si concede un paio di sbavature che non ne condizionano il rendimento ma chiude con un intervento decisivo, quando intercetta un lancio indirizzato a Floccari

 

GLIK 6.5: conferma il finale di stagione in crescendo, guidando bene la retroguardia e risultando decisivo nel primo tempo su un pericoloso inserimento di Giaccherini al 26′, quando respinge il tiro del bolognese

 

MORETTI 6.5: se Ventura non rinuncia mai a lui un motivo ci sarà. Quando sta bene è una sicurezza per l’intero reparto, come oggi.

 

MOLINARO 5.5: un piccolo passo indietro rispetto alle ultime due prestazioni. Qualche passaggio di troppo sbagliato e poca spinta specialmente nel secondo tempo

BASELLI 6 : un diesel il giocatore del Dall’Ara. I ritmi assai bassi del primo tempo non lo favoriscono, meglio nella ripresa: suo, ad esempio, il lancio per Belotti sul quale l’attaccante non arriva per un soffio.

 

VIVES 6: specialmente nel primo tempo, quando il Bologna è a caccia di un varco per vie centrali, il lavoro del centrocampista, filtro tra difesa e centrocampo, si rivela decisivo. (st 25′ GAZZI sv)

 

OBI 6: sarà stata forse la condizione fisica precaria a rendere la sua prima da titolare a San Siro non eccelsa, ma alla terza partita si comincia ad intravedere qualcosa di più. Dopo otto mesi era anche ora (st 35′ FARNERUD SV)

 

MARTINEZ 5: dura tre minuti e non è un bel segnale. Sua la prima conclusione della partita, uno dei pochi lampi del Toro nel primo tempo ma anche della sua partita. Lo si vede poi al 90′ e anche in quel caso aspetta troppo prima di concludere e poi spedisce fuori, seppur di poco.

 

BELOTTI 6.5: potrebbe anche star fermo in campo per 92′ (e non è comunque quello che accaduto oggi, nonostante non sia stata la miglior partita), tanto poi riesce sempre a tirare fuori dal cilindro l’episodio che cambia la gara del Toro. Conquista un rigore decisivo e va a tirarlo conquistando raggiungendo quota 10 gol. 

 

All. VENTURA 6: fa legna con i giocatori a disposizione, costretto a non poter cambiare la coppia d’attacco (e quindi lo spento Martinez) vista l’indisposizione di Maxi Lopez. Il suo Toro che ormai ha poco da raccogliere in questo campionato porta a casa la terza vittoria consecutiva, nonostante per larghi tratti la partita offra più sbadigli che bel gioco.

 

Arb. ABISSO 6: vede lo sgambetto di Rossettini su Belotti, non commette errori decisivi nelle situazioni più delicate del match anche se non è ben supportato da assistenti e addizionali. Ed è il caso del pallone fuori gestito da Peres e della trattenuta ai danni di Glik.

Condividi