Bologna-Torino: promosso Abisso

0
150

Alla quarta direzione nella massima serie, l’arbitro Rosario Abisso dimostra di avere abbastanza autorevolezza ed una buona dose di coraggio concedendo alla squadra in trasferta un rigore al 92’.

 

Poco da raccontare per quanto riguarda i restanti 93’ di gara: il primo cartellino giallo arriva la 12’ per il rossoblu Rossettini che rifila un calcione a Belotti nella zona di centrocampo. Al 16’ rischia anche Diawara per un fallo su Vives ma il guineano se la cava con un richiamo verbale. Al 22’ invece l’arbitro palermitano non concede nemmeno la punizione per un intervento di Maietta che ferma B. Peres in velocità sulla trequarti felsinea. Al 28’ ammonito giustamente Brienza per una trattenuta su Baselli. Al 39’ decisione molto discutibile: sugli sviluppi di un calcio d’angolo, in area bolognese vengono a contatto Glik e Rossettini e l’arbitro fischia un calcio di punizione a favore del rossoblu; dalle immagini però si vede che è quest’ultimo a strattonare per la maglia il capitano granata e quindi semmai potevano esserci gli estremi per il penalty. Al 41’ ammonito Bovo per un pestone a Giaccherini.

 

Al 47’ Vives, cadendo, tocca il pallone con la mano e rischia l’ammonizione ma Abisso decreta soltanto la punizione. Al 57’ Giaccherini scatta sul filo dell’offside ma è tenuto in gioco da B. Peres, il suo tiro scheggia il palo e la valutazione dell’assistente è corretta. Al 66’ intervento ai limiti del cartellino di Molinaro su Zuniga ma è solo punizione. Il gioco prosegue in modo piuttosto spezzettato, Abisso fischia diversi falli in modo complessivamente appropriato. All’82’ cartellino giallo per Masina che scalcia Martinez. L’episodio clou al 92’ quando su assist di B. Peres, Belotti si incunea in area rossoblu ed è agganciato da Rossettini: per l’arbitro non ci sono dubbi e decreta il calcio di rigore che decide la partita. La decisione è coraggiosa e corretta.
Il trentenne arbitro siciliano non ha pagato dunque l’inesperienza e, fatto salvo qualche errore, ha diretto in modo sufficiente la sua quarta gara in serie A, la seconda con i granata che nell’unico precedente, l’anno scorso, avevano pareggiato in casa del Chievo.

 

Clicca qui per vedere gli highlights della partita



 

Condividi