Top & Flop di Udinese-Torino

0
106

Un pesante e divertente 5-1 per il Torino in quel di Udine, da dove rientra con la pancia piena e con rinnovata speranza per la prossima stagione. Ecco cosa è andato e cosa no al “Friuli” nella giornata di ieri.

 

TOP

 

LA PRESENZA DI TANTI GIOVANI IN CAMPO: ieri, come mai era capitato prima, il Torino è sceso in campo con otto giocatori nati dopo il 1990. Una bella prospettiva per il futuro che dimostra quanto il gruppo sia davvero “affamato”, con la voglia giusta di tornare a vincere. L’avversario, ieri, lasciava a desiderare, ma l’atteggiamento è stato quello giusto. E non a caso il Toro ha vinto e divertito.

 

LA RIVINCITA DI JANSSON: con chi? Con se stesso. Una stagione costellata da infortuni, anche nei momenti in cui avrebbe potuto tornare alla ribalta, con un Glik spesso sotto tono. Ieri, il centrale ha disputato una splendida prova, condita da un gol proprio in stile “Glik”. Può essere lui il futuro difensore centrale del Toro? Se lo deve meritare, guadagnare. Ma ieri ha dimostrato di poter davvero stare in Serie A, giocando con grande personalità dietro e diomstrando di avere anche i tempi giusti davanti.

 

LA CAVALCATA DEL “GALLO”: di recente, qualcuno aveva detto che da un lato era vero che Belotti fosse il miglior realizzatore italiano del 2016 (naturale: i numeri sono quelli), ma che segnava solo su rigore. La risposta? È arrivata puntuale ieri: parte dalla difesa, scarta due giocatori, arriva fino in porta e non serve un Peres in formato Simone Barone con la Nazionale (quando Inzaghi lo ignorò), ma segna. Segna ed esulta come un matto: la sua trasformazione è davvero avvenuta, e da pulcino, arrivato la scorsa estate, ora è davvero gallo. Cresta alta, ma non sbruffonaggine. Dalla prossima stagione si ripartirà da lui, con lui.

 

FLOP

 

IL GOL SUBITO DA FELIPE: solita lacuna difensiva, con la retroguardia schierata. Gol fotocopia a quello subito domenica scorsa contro il Sassuolo. È questo il grande problema che ha afflitto la squadra di Ventura nell’arco di tutta la stagione, alla quale si dovrà lavorare con insistenza durante l’estate. Per fare in modo che la retroguardia torni a essere imperforabile. E il Toro, vincente.

 

Clicca qui per vedere gli highlights della partita:

 

 

 



 

Condividi