4 maggio al Monumentale: un centinaio di persone per gli Invincibili

0
154

Sotto un sole caldo, nonostante l’orario prandiale e la giornata pienamente lavorativa, non sono mancati i tifosi del Torino all’appuntamento presso il Cimitero Monumentale di Torino, dove riposano gli Invincibili. Oltre un centinaio di persone è infatti accorso per dare un saluto alla tomba dei giocatori del Grande Torino e, per l’occasione, è stato organizzato un piccolo evento dedicato alla memoria di Mazzola e compagni. Diego Piovano, deus ex machina della giornata, ha coinvolto tanti personaggi del mondo granata: dal dg del Torino Antonio Comi, a Hernan Bovo (tifosissimo del River e del Toro), da Claudio Sala a Ermanno Eandi, da Silvia Vada al presidente dell’Inter Club Torino Aldo Altobelli, fino a don Robella.

 

Il nuovo cappellano granata, come sempre, è arrivato in punta di piedi, e cordialmente si è presentato ai tifosi che lo ascolteranno per la prima volta quest’oggi a Superga, insieme a molti altri. Ha voluto anche fare un piccolo discorso, per l’occasione. “È molto facile fare retoriche in eventi come questi” sono le sue parole, “ma noi siamo di fronte a una tomba di giocatori che hanno dato bellezza, che può essere anche una rovesciata di Gabetto, perché no? La bellezza è eterna, e don Aldo Rabino, che si è dato sempre tantissimo da fare per tutti noi, per tutto questo, l’aveva capito molto bene. Gli Invincibili sono eterni, perché hanno dato bellezza. E noi guardiamo a questa eternità, e a tutti quelli che sanno donare bellezza, anche nella vita di tutti i giorni“.

 

Il tutto è poi proseguito con visite guidate nella cripta sotterranea del Monumentale, dove si trova un piccolo monumento a memoria del Grande Torino. Il 4 maggio comincia così, con sorriso, solennità, e partecipazione. Qualità tipicamente granata.

 

Condividi