Live / Il 4 maggio a Superga

0
93

18.15 Terminata la lettura, ottima, da parte di Glik. Applausi da parte dei presenti al termine, la squadra ora ritorna in pullman

 

18.05 Kamil Glik legge i nomi della lapide. Silenzio assoluto durante il momento

 

17.53 È terminata la celebrazione, con don Robella che ha chiesto a tutti di non accalcarsi verso la lapide, per lasciar passare i giocatori. La basilica inizia a svuotarsi

 

17.47 Toccante momento dopo la comunione. Un membro dell’Oasi, la fondazione nata proprio per oper di don Aldo, scrive una lettera con destinatario proprio lo scomparso cappellano granata. “Ci manchi tantissimo” recita la parte finale. Alla lettura di quella frase, applausi scroscianti in tutta la Basilica

 

17.37 Clicca qui per il video dell’arrivo della squadra a Superga

 

17.31 Ecco le parole di don Robella

 

17.25  Termina l’omelia di don Robella (a breve verrà riportato il discorso completo). Il primo ricordo del nuovo cappellano granata è stato rivolto a don Aldo Rabino, scomprarso la scorsa estate

 

17.14 A leggere la prima lettura è stato Padelli, poi Cereser ha letto il salmo. Continua la messa, in attesa dell’omelia di don Robella

 

17.05 Presente tutta la dirigenza del Toro. È arrivato con la squadra anche il presidente del Toro, Urbano Cairo

 

17.01 Molti i bambini presenti a Superga. Don Robella, dopo aver salutato i club che arrivano da più lontano, ha permesso a tutti i bimbi di entrare sul presbiterio. Sono accovacciati di fronte all’altare. Poi, i saluti alla società

 

17.00 Cominciata la messa. Tantissime persone all’interno della Basilica, molta attesa nei confronti di don Robella

 

16.50 Puntuale, arriva il pullman della squadra. Tantissimi cori di incitamento per Glik e compagni: “Forza Toro!“, gridano i tifosi presenti, che applaudono i giocatori granata. Un bellissimo momento di unione

 

Sono già diverse le centinaia di tifosi accorse a Superga per celebrare l’anniversario della scomparsa degli Invincibili. Nella splendida giornata di questo 4 maggio, molti tifosi, di diverse età, vestiti di granata hanno già voluto recare il loro saluto a capitan Mazzola e compagni, recandosi alla lapide.

 

L’affluenza è in aumento, e la strada che porta a Superga è già stata chiusa. Alle 17.00 inizierà la celebrazione diretta da don Robella, successore di don Rabino.

 

Aumenta l’affluenza dei tifosi a Superga, in attesa dell’arrivo della squadra. Attualmente il numero stimato è di circa 2000 persone

 

Condividi