Toro, i pagelloni della stagione 2015/2016: gli attaccanti

0
62

Terminata la stagione 2015/2016 è tempo di bilanci. Ecco i pagelloni di fine anno dei giocatori del Torino. 

 

IMMOBILE 7: Sin dal suo ritorno in maglia granata, si carica il Toro sulle spalle. Subito gettato nella mischia, appena arrivato dal Siviglia, contro il Frosinone segna e fa segnare. Il suo apporto in campo è fondamentale per tutta la squadra e ne giova anche il compagno di reparto, Andrea Belotti. Un paio di gare sotto tono dopo la doppietta personale al “Barbera” di Palermo, col Genoa la ripresa e infine l’infortunio, che non gli ha permesso di concludere la stagione al meglio. Da Ciro ci si può aspettare certamente di più, ma è pur vero che un giocatore non può raddrizzare da solo un’intera stagione. In totale per lui 5 gol e 5 assist in 14 partite di campionato. 

 

BELOTTI 7,5: Una prima parte di stagione giocata in sordina, con un rendimento altalenante. Non riesce a trovare la via del gol fino alla fine di novembre, quando realizza la sua prima rete contro il Bologna. L’arrivo di Immobile durante il mercato di Gennaio rappresenta però la svolta e, con lui al suo fianco, l’ex rosanero comincia a segnare con una certa regolarità: solo nelle prime due gare con il nuovo partner d’attacco il ‘Gallo’ colleziona 3 gol e 1 assist, ponendo le basi per un’ottima intesa. Con l’infortunio del compagno di reparto, è chiamato a fare gli straordinari, ma non delude le aspettative, concludendo il campionato con 12 gol segnati e 8 assist in 35 partite e risultando il miglior marcatore italiano in serie A.    

 

MAXI LOPEZ 5,5: Forte della fiducia del tecnico, l’argentino inizia la stagione avendo più di una chance da titolare ma fatica a ritrovare il ritmo del gol che aveva caratterizzato i primi sei mesi in granata. Da gennaio, in concomitanza con la partenza di Quagliarella e l’arrivo di Immobile, Maxi Lopez resta fuori dai giochi per qualche settimana, non convocato perché non ritenuto abbastanza in forma per competere con i compagni di reparto. Solo l’infortunio di Immobile, dopo il derby del 20 marzo, rilancia davvero l’argentino: Maxi Lopez rientra e contribuisce ai successi contro Inter e Atalanta. Lo ferma una tonsillite nel momento migliore. Per questo è costretto a saltare le successive gare, rientra per uno scampolo contro il Sassuolo per poi non rivedere più il campo, complice anche un problema muscolare che lo stoppa in occasione dell’ultima di campionato.

 

MARTINEZ 5: Il giovane attaccante ha avuto poco spazio durante tutta la stagione e specialmente nella prima metà del campionato ha fallito le occasioni concesse da Ventura. Tuttavia, la fine è un nuovo inizio per il venezuelano, che, sul finire del campionato, contro Roma e Udinese, ha realizzato 3 gol, facendo vedere anche delle buone giocate. Sarà bastato per ottenere la conferma per la prossima stagione?

Condividi