Toro, missione argentina: piace Hernan Toledo per l’attacco

0
260

Cambio modulo in casa granata? Era già in cantiere prima, ora lo è ancora di più. Succede che con Sinisa Mihajlovic al Toro, l’aspetto tattico della squadra cambierà, cercando comunque di trovare un filo continuo rispetto a quanto impostato in questi anni da Ventura. Il passaggio alla difesa a 4 è più che probabile, mentre il centrocampo dovrebbe restare a 3. Morale della favola? Il tridente, in attacco, sul quale già l’ormai ex tecnico granata stava ragionando. La ricerca della dirigenza granata, quindi, va sugli esterni. Posto che in rosa tornerà, e verrà ampiamente valutato, Vittorio Parigini, in attacco qualcosa ancora cambierà. E la ricerca della squadra va ad ampio, ampissimo raggio. E porta anche in Argentina.

 

Dove è seguito da diverse settimane un giocatore che sta diventando una delle rivelazioni della Primera Division argentina. Gioca nel Velez, è del ’96, come Parigini, e ha finora disputato 7 gare segnando una rete (strepitosa) contro gli Argentinos. Si tratta di Hernan Toledo, nazionalità argentina (nessun passaporto comunitario), che al Toro piace, e piace parecchio. Il Velez lo valuta una cifra monstre, addirttura 9 milioni di euro, secondo alcune indiscrezioni.

 

Il mercato, secondo più addetti ai lavori, porta a una valutazione più contenuta, ma comunque onerosa: circa 4 milioni. Il Toro lo tiene in seria considerazioni, per le doti sia nel dribbling, sia nella corsa: un investimento, di fatto, che potrebbe portare a una supervalutazione del giocatre in caso di successo in Serie A. Certo, pesa molto il fatto che Sanchez Mino, a Torino, non sia mai riuscito a sfondare. Ma, per contro, ce l’hanno fatta, eccome, Bruno Peres e Maksimovic. Insomma, il giocatore piace e viene seguito da vicino. Per ora offerte ufficiali non sono ancora pervenute sulla scrivania del Velez. Molto dipenderà anche da Mihajlovic, e dai colloqui che intercorranno tra allenatore e dirigenza granata nelle prossime settimane. Ma l’obiettivo resta nel mirino.

 

Condividi