Longo: “Sapevo che avremmo vinto. Se andrò via? Possibile”

0
89

A fine partita Moreno Longo ha così commentato la vittoria della sua squadra sulla Fiorentina che ha permesso alla Primavera del Toro di qualificarsi per la quinta volta alla final-eight.

 

“Il nostro obiettivo era questo, se questa squadre avesse solo centrato i playoff avrebbe fatto una grandissima stagione, invece siamo andati oltre e siamo arrivati ai playoff. Per questo va fatto un plauso a questi ragazzi, perché hanno dato l’anima.

A gennaio ci siamo posti l’obiettivo di giocare undici finali, per far sì che i sogni si avverino bisogna porsi delle mete. Ce l’abbiamo fatto a raggiungere le finali anche grazie ad una tifoseria che definire straordinaria è limitante, ci hanno trascinato fino a qua incitandoci anche oggi fino all’ultimo calcio di rigore”.

 

“Sembrerò presuntuoso, ma io questa partita ero convinto di vincerla. Volevo fare un regalo a questi tifosi che sono stati straordinari visto che ci potrebbe essere la possibilità che il prossimo anno non sarà più qua. Volevo fare anche un regalo al presidente Cairo che oggi festeggia il compleanno, spero di avergli fatto un bel regalo. Questa vittoria la dedichiamo a lui e a tutti i tifosi”

 

Longo ha poi parlato del suo futuro. “Devo ancora parlare con il presidente, ma potrebbe esserci anche la possibilità che il prossimo anno io possa andare via. Parlerò con Cairo, per capire quali sono i piani che la società ha per me, ma non voglio prendere in giro nessuno, essere del Toro credo che voglia dire anche questo, per cui dico che potrebbe esserci la possibilità che il prossimo anno non sia più alla guida della Primavera del Toro per allenare magari una Prima squadra. La decisione la prenderà come sempre insieme alla società”.

 

“Oggi la squadra non ha approcciato nella maniera corretta la partita, si è fatta inizialmente soppraffare dalla tensione. Nell’intervallo ho semplicemente chiesto ai ragazzi di fare una partita da Toro, con i nostri soliti canoni perché altrimenti oggi non saremo riusciti a uscire dal campo come volevamo. Edera? Oggi non era in partita ma ci può stare”.

 

“Per le final-eight Debeljuh potrebbe essere una freccia in più, sta molto meglio”.

Condividi