Toro, oggi la Primavera conoscerà il primo avversario nella final-eight

0
80

Dopo la vittoria ai rigori sulla Fiorentina, per la Primavera del Toro è arrivato il momento di conoscere quale sarà il primo (e si spera non ultimo) avversario da affrontare nella final-eight. Alle 11 a Bologna si terrà la conferenza stampa di presentazione della final-eight e, successivamente, verrano effettuati i sorteggi dei quarti di finali e i successivi accoppiamenti per le semifinali e finale.

 

Le quattro teste di serie del sorteggio sono Juventus, Inter, Roma e Atalanta, ovvero le tre vincitrici dei gironi e la migliore seconda, nell’altra urna, oltre al Torino, sono invece presenti Virtus Entella, Palermo e Empoli. Nei quarti non potrà esserci il derby perché, secondo il regolamento, nel primo turno della fase finale non si possono incontrare due formazioni provenienti dallo stesso girone. Le possibili avversarie della squadra di Longo si riducono quindi a tre: Inter, Roma e Atalanta. La più abbordabile, sulla carta, è proprio quest’ultima, che era stata anche l’avversaria del Toro, sempre nei quarti di finale, due anni fa. Inter e Roma sono due delle squadre più quotate per la vittoria dello scudetto, basti pensare che i nerazzurri quest’anno hanno già alzato al cielo la Coppa Italia (battendo nella doppia finale la Juventus), mentre i giallorossi hanno dominato il girone C e sono stati i primi a staccare il pass per le finali.
Negli ultimi quattro anni il Toro per due volte non è stata tra le teste di serie del sorteggio e, in entrambi in casi, ha incontrato nel suo cammino la Lazio, ovvero una squadra del girone C. I risultati dei due confronti sono stati pressoché identici: vittoria dei biancocelesti e eliminazione dei granata.

 

Se il Toro dovesse nuovamente laurearsi squadra campione d’Italia, sarebbe la prima a farlo arrivando alla final-eight dai playoff da quando, a partire dalla stagione 2010/2011, è stato riformato il campionato Primavera. Sarebbe un altro piccolo record per Moreno Longo e i suoi ragazzi che si andrebbe ad aggiungere a quello dello scorso anno, quando il Toro (sempre a partire dal 2010/2011) è stata la prima formazione non vincitrice del proprio girone a cucirsi sul petto lo scudetto.

 

Condividi