Toro, Kucka sempre nel mirino: primo nodo l’ingaggio

0
99

Con Mihajlovic pronto a siglare il suo accordo con il Torino (due anni, secondo le ultime indiscrezioni, con opzione per il terzo), sta per entrare nel vivo il mercato dei granata. Qualcosa, più che qualcosa anzi, a livello di modulo cambierà, con la svolta tattica del passaggio alla difesa a 4, il centrocampo a 3 e il tridente o le due punte con il trequartista. Insomma non un passaggio indifferente, con il centrocampo che vedrà qualche innesto. Tra questi, tra i primi della lista anzi, c’è un nome che fa particolarmente gola al futuro nuovo allenatore del Toro: Jurai Kucka.

 

Il nome è tutt’altro che nuovo in ambiente granata, ed è stato tra le prime richieste di Mihajlovic per il mercato estivo che Cairo dovrà portare avanti. Con lui in campo, infatti, il Toro aumenterebbe il tasso qualitativo e quantitativo della linea mediana, che dovrà essere particolarmente dinamica per dare supporto sia alla fase offensiva, sia, soprattutto, a quella difensiva (soprattutto in caso di tridente). Un desiderio, a poco più di una settimana fa. Qualcosa di più, ora.

 

La dirigenza granata si è attivata, contattando l’entourage per capire se c’è margine per una trattativa. A Milano, Kucka guadagna circa 1,5 milioni di euro netti: una cifra fuori portata per le casse granata, che però possono mettere sul piatto un triennale, spalmando l’ingaggio e, soprattutto, garantendo al giocatore una certa continuità di impiego. Una trattativa vera e propria, ancora, non c’è, ma si stanno cominciando a gettare le basi per quello che sarebbe un innesto sicuramente importante per il futuro centrocampo. Il Toro è già al lavoro, e l’obiettivo è quello di fare in modo che, come per Ventura lo scorso anno, in quel di Bormio la squadra sia già assemblata in maniera quasi definitiva. Sperando in una stagione sicuramente migliore.

 

Condividi