Brevi: “La Juve ha forse qualcosa in più, ma il Toro può giocarsela”

0
14

Domani sarà a vedere il match della Primavera a Modena. Che giudizio si è fatto della squadra? Come l’ha vista?  

 L’ho vista bene, ha fatto una grande stagione. Sia il Toro che la Juve sono due ottime squadre, forse, a parer mio, la Juve ha qualcosa in più, è più attrezzata, ma il Toro può giocarsela.  

 

C’è qualche giocatore, della Primavera bianconera e di quella granata, che l’ha impressionata di più? 

Seguo da poco la Primavera, ma per quanto riguarda la Juve, mi ha impressionato positivamente il centravanti Favilli, il terzino destro Lirola e la mezzala Cassata, per il Toro direi la punta esterna, Candellone, che ha realizzato il gol contro l’Atalanta e il difensore centrale Mantovan

 

La formazione di Longo può, secondo lei, vincere lo Scudetto? 

 Beh, è difficile dirlo, ma il Toro è lì e in una gara secca può succedere di tutto e la squadra di Longo ha dimostrato di potercela fare. 

  

Visti i successi di quest’anno e degli anni passati, Longo meritava, a parer suo, la chance di allenare la prima squadra? 

Longo ha dimostrato a livello giovanile di essere un ottimo allenatore, con carattere e carisma, ma tra le giovanili e la Prima squadra c’è molta differenza. Per allenare una squadra come il Toro, soprattutto in Serie A, ci vuole esperienza. Si parla di alti livelli e per arrivarci, secondo me, la gavetta è fondamentale. Bisognerebbe che cominci ad allenare nelle serie minori. 

 

Parlando di prima squadra e del recente cambio in panchina, Mihajlovic è la scelta giusta? 

 

Come dicevo, ci vuole esperienza per essere pronti alla serie A e al Toro e Mihajlovic ne ha. Ha allenato già in serie a, viene da due stagioni alla Samp e al Milan, a mio parere può essere un’ottima soluzione per il Torino. 

 

Riguardo a Immobile, pensa sia giusto riscattarlo o crede che partirà? 

 

Da quello che ho letto, sembra che il presidente Cairo e tutto il Toro vorrebbero tenerlo, certo però a questo punto subentra la volontà del giocatore. E’ fondamentale secondo me che giocatore e società siano sulla stessa lunghezza d’onda e abbiano le stesse idee. Bisogna capire se Immobile ha la volontà e lo spirito giusto per rimanere, solo così può essere utile alla squadra.

Condividi