Primavera, Favilli e Candellone sono le armi in più in vista della finale

0
163
talenti
Candellone

Nel derby Primavera che andrà in scena questa sera, alle 20.30, al Mapei Stadium di Reggio Emilia, tra gli osservati speciali ci saranno sicuramente i bomber delle due squadre, Favilli per la Juventus e Candellone per il Torino. 

 

Entrambi i giocatori hanno le potenzialità e tutte le carte in regola per risolvere la partita a favore della propria squadra. Andrea Favilli, attaccante classe ’97, ha una prestanza fisica non indifferente per un ragazzo della sua età, essendo alto 1,90, e ha già al suo attivo 20 gol tra campionato, coppa e Youth League. Le doti del giovane nato a Pisa non sono passate inosservate e gli hanno fatto guadagnare già l’esordio in prima squadra, in serie A, il 7 febbraio 2016, nella gara contro il Frosinone vinta dalla Juve per 0-2. 

 

Leonardo Candellone, anche lui classe ’97, è una punta esterna che può essere utilizzata anche come centrale, considerato il suo grande fiuto del gol che gli ha consentito di andare a rete 14 volte in 38 partite. L’apporto di Favilli e Candellone è stato fondamentale per consentire alle due formazioni di superare i quarti di finale, dato che l’attaccante bianconero ha messo a segno una doppietta personale, contribuendo in modo decisivo alla vittoria per 4-2 contro i pari età dell’Empoli, mentre la punta granata è stato il vero e proprio match winner, decidendo con la sua rete la delicata sfida contro i bergamaschi dell’Atalanta. 

 

La partita in programma stasera si preannuncia, pertanto, molto interessante e, senza dubbio, si assisterà ad una gara molto combattuta che vedrà opposte due squadre che vogliono con tutte le loro forze fare bene. 

I ragazzi della Juve vorranno ottenere il terzo risultato utile stagionale contro i granata. I ragazzi di Longo, dal canto loro, tenteranno di dimostrare di non essere inferiori ai rivali cittadini e s’impegneranno per conseguire una vittoria che per il Toro Primavera significherebbe la terza finale consecutiva.

Condividi