Toro: è Della Morte l’erede di Longo sulla panchina della Primavera

0
224

Quella di ieri sera è stata l’ultima partita di Moreno Longo sulla panchina della Primavera del Toro. Un finale non perfetto, quello di ieri: certamente la vittoria del Derby e l’approdo, per il terzo anno consecutivo, alla finale delle Final-Eight sarebbe stata la ciliegina di sulla torta di una parentesi granata esaltante. Ma a Longo non si può davvero rimproverare nulla: due finali consecutive, uno scudetto vinto dopo 20 anni, la Supercoppa Italiana conquistata contro la Lazio e la bella esperienza, anche se breve, in Youth League. Meriti, questi, che facevano sperare in una permanenza del tecnico ma che, come comprensibile, gli hanno anche permesso di mettersi in mostra e di ambire ad allenare una prima squadra, con la speranza però, un giorno, di diventare il tecnico del Toro e questa volta del Toro dei grandi.

 

E allora la società di Via Arcivescovado, dopo aver salutato Ventura e accolto Mihajlovic si appresta a salutare e ringraziare Longo per lo strepitoso lavoro fatto in questi lunghi anni e accogliere quello c he sarà il nuovo tecnico della Primavera granata. Un tecnico che, probabilmente, risponderà al nome di Ivano Della Morte, ex centrocampista cresciuto proprio tra le fila delle giovanili del Toro che lo ha anche lanciato in Serie A e, sempre a Torino, sponda Juventus però, ha raccolto i suoi maggiori successi da allenatore guidando gli Allievi nazionali bianconeri. Con i ragazzi della Juventus ha saputo mettersi in mostra e ora sarà chiamato a raccogliere un’eredità pesante. Il merito, tra gli altri, di Longo è infatti quello di aver saputo tirare fuori il massimo dai ragazzi che ha guidato per ben 7 anni raggiungendo traguardi che sotto la Mole mancavano da troppo tempo. Un’eredità importante che Della Morte sarà chiamato a portare avanti nel migliore dei modi.

 

La decisione sembra ormai presa e non dovrebbero esserci intoppi. In caso contrario, il possibile sostituto potrebbe essere un altro ex granata: Marco Sesia.

 

Condividi