Glik, il futuro è tutto nella vetrina europea

0
66

La serata di ieri ha visto scendere in campo Kamil Glik in Polonia-Lituana allo stadio Miejski e Ciro Immobile nell’amichevole tra Italia e Finlandia disputatasi a Verona. 

Ha aperto le danze il polacco che, però, non ha brillato insieme a tutta la squadra guidata dal ct Nawalka. Contro gli avversari lituani, la Polonia, orfana del proprio bomber Lewandowsky, che ha assistito alla gara dalla panchina, non è andata oltre uno sterile 0-0. In serata gli Azzurri di Conte hanno affrontato gli scandinavi della Finlandia, superandoli per 2-0 in una gara in cui ha ben figurato Antonio Candreva, autore del primo gol, insieme al romanista De Rossi che, dopo aver sostituito uno spento Thiago Motta, ha siglato il raddoppio. Nella formazione di ieri è sceso in campo da titolare Ciro Immobile, che ha disputato la gara per tutti i novanta minuti, non riuscendo però mai ad incidere. Il giocatore di Torre Annunziata ha dimostrato una buona intesa con Zaza, ma la sua condizione non è sembrata ancora ottima. 

Il futuro dei due giocatori al momento è ancora tutto da scrivere. Il riscatto di Immobile, specialmente  dopo le parole del presidente Cairo al riguardo, risulta ad oggi molto difficile, mentre per il capitano granata, Kamil Glik, molto seguito dalle squadre della Bundesliga tedesca (ma anche la Turchia guarda al difensore) si aspetterà l’Europeo prima di valutare eventuali offerte. La prova opaca di ieri della sua Nazionale certamente rende al momento difficile pensare che il valore del cartellino di Kamil Glik possa crescere: è quello che spera lo stesso presidente granata che ha ribadito di non essere costretto a vendere i suoi giocatori più richiesti ma che certamente potrà sedersi con ben altra forza al tavolo delle trattative al momento opportuno. 

 

 

 

Condividi