Glik, gol su rigore e qualificazione ai quarti con la Polonia

0
172

L’avventura di Kamil Glik a Euro 2016 continua. La sua Polonia ha battuto 5-4 ai calci di rigore la Svizzera dopo l’1-1 dei tempi regolamentari (vantaggio polacco con Błaszczykowski, pareggio svizzero con una prodezza di Shaqiri) e si qualificata ai quarti di finale. Dal dischetto il capitano granata è stato tra i principali protagonisti della sfida: suo il terzo penalty realizzato nella serie perfetta dalla Polonia.

 

Glik in versione rigorista al Toro non si era mai visto, il difensore ha abituato i tifosi granata ai gol, principalmente di testa, segnati con i suoi inserimenti nei calci d’angolo o nei calci di punizione. Contro la Svizzera si è dimostrato invece freddo anche dagli undici metri, con un bel calcio di rigore che non ha lasciato in campo Sommer. Ai quarti di finale, il prossimo 30 giugno, la Polonia affronterà la vincente di Portogallo-Croazia.
Il Torino sarà quindi rappresentato in questo Europeo anche nei quarti di finale. Questo perché la cessione del difensore dovrebbe avvenire a competizione conclusa, come nei piani originali del presidente Cairo. Il condizionale è però d’obbligo considerato che gli incontri degli scorsi giorni tra il Monaco e Jaroslaw Kolakowski, l’agente di Glik, hanno avvicinato di molto le parti e il club francese, che ha già iniziato la propria preparazione in vista della prossima stagione, ha fretta di chiudere la trattativa per potersi concentrare esclusivamente sugli altri obiettivi nelle altre zone del campo. Glik dovrebbe trasferirsi nel Principato per una cifra intorno ai 12 milioni di euro, il suo stipendio si aggirerà invece intorno ai due milioni, poco più del doppio di quanto parcepisce attualmente in granata. La concorrenza del Besiktas sembra quindi essere definitivamente superata.

 

Condividi