Toro, intrigo Zappacosta: le pretendenti frenano

0
353

Continua ad essere al centro del mercato, e soprattutto dei dubbi di Cairo, Davide Zappacosta che, come detto più volte continua ad avere gli occhi di diversi club puntati addosso. Il Toro non ha nessuna fretta, e in verità nemmeno il bisogno, di cedere quello che indubbiamente è uno dei giovani più promettenti che ha in rosa. Se di cessioni si deve parlare, infatti, il Presidente Cairo punterebbe a cedere Bruno Peres, dal quale potrebbe trarre una plusvalenza decisamente molto superiore puntando a far crescere ulteriormente il terzino, reduce da una stagione con poco spazio ma nella quale ha di certo fatto vedere delle ottime qualità.

 

Niente fretta, quindi, da parte del club di via Arcivescovado, ma nemmeno un grande pressing delle pretendenti. Se, infatti, la Fiorentina, che si era sempre tenuta molto sullo sfondo senza mai sondare il terreno in maniera decisa, si è ufficialmente defilata visto l’acquisto di Kevin Diks, terzino destro classe 1996 in arrivo dal Vitesse, anche il Sassuolo sta iniziando a cambiare rotta.

 

Con la partenza di Vrsaljko, i neroverdi hanno la necessità quanto mai impellente di trovare un sostituto all’altezza ma quella di Zappacosta non è la sola pista seguita dal club del Presidente Squinzi. Indubbiamente il terzino granata rimane uno degli obiettivi di mercato del Sassuolo ma di certo non l’unico: non si vuole infatti arrivare alla classica telenovela e si comincia a guardare anche altrove. Sse il Toro non ha fretta di cederlo, i neroverdi, al contrario, hanno fretta di trovare un sostituto di Vrsaljko. Uno stallo che gioca a favore dei granata: Zappacosta non è incedibile ma a fare le trattative devono essere le pretendenti. Si attende, dunque, e intanto si lavora sul fronte Peres. 

Condividi