Alfred Gomis, altra panchina. Barreca non basta al Cittadella

0
49
di Valentino Della Casa – Fine settimana dai molti bassi e pochi alti per i giocatori del Toro, prestati in Italia o all’estero. Soprattutto in Serie B, dove Alfred Gomis si è ritrovato relegato in panchina per la terza volta consecutiva; Barreca è in lotta per non retrocedere; Lys Gomis e Aramu faticano con il loro Trapani. Emerge poco anche Parigini, nonostante la vittoria del Perugia proprio contro i siciliani appena menzionati. Bene in Lega ProGyasi, così come in Argentina Sanchez Mino nell’inedita posizione di attaccante nel tridente, che però non riesce a portare la sua squadra alla vittoria. Ecco il resoconto dei Talenti granata in tour dopo il week end appena concluso.
 
Serie A
 
Simone VERDI, Empoli (prestito)
Minuti giocati: – (tot. 1.369). Presenze: 25, gol 1
Il giocatore sarà impegnato contro il Toro mercoledì prossimo.
 

Serie B

Alfred GOMIS, Avellino (prestito)
Minuti giocati: 0 (tot. 2.540). Presenze: 30, gol subiti: 26
Terza panchina consecutiva per il portiere. Rastelli gli preferisce Frattali, e ha ragione: l’estremo difensore è il migliore in campo nella vittoria degli irpini contro il Pescara.

Lys GOMIS, Trapani (prestito)
Minuti giocati: 90 (tot. 2.062). Presenze: 27, gol subiti: 32
Perde il Trapani contro il Perugia, e di nuovo si avvicina il rischio play out per i siciliani. Il portiere gioca titolare, subisce gol al 13′ su rigore e poi prova a chiudere la porta. Nel primo tempo ci riesce benissimo, e in maniera anche spettacolare, in due occasioni, entrambe da parte di Lanzafame. Nel secondo tempo invece è più fortunato che abile a non subire gol: un paio di uscite spericolate sarebbero potute costare il raddoppio degli avversari. È la solita partita di Gomis: ottimi numeri ma anche qualche disattenzione di troppo.
 
Antonio BARRECA, Cittadella (prestito)
Minuti giocati: 90 (tot. 3.157). Presenze: 36, gol 1
Pesa moltissimo la sconfitta del Cittadella in casa del Bari per 1-0. La rete di De Luca, infatti, riduce drasticamente le possibilità di salvezza dei veneti, a tre giornate dal termine, e a -3 dall’Entella, che oggi disputerebbe i play out. Il terzino sinistro, impiegato per tutta la partita, gioca un po’ come tutta la squadra: discretamente bene nel primo tempo, non pervenuto nel secondo. Lo si nota soprattutto in avanti, dove le sue discese portano spesso a cross pericolosi: su tutti, si segnala quello al 33′ potente e preciso, che Bazzoffia liscia incredibilmente. Sarebbe stata la rete del vantaggio. E, forse, si sarebbe parlato di un’altra partita.
 
Marco CHIOSA, Avellino (prestito)
Minuti giocati: 90 (tot. 2.853). Presenze: 32, gol 0
È tra i meno positivi della partita dell’Avellino. Non è perfetto in occasione del gol dell’1-0, firmato Pettinari: il difensore chiude male, e gli abruzzesi riescono a passare in vantaggio. Per fortuna dell’Avellino, poi, il risultato viene portato sul definitivo 3-2 in favore degli irpini, ma Chiosa non è sempre perfetto, ed è anzi spesso impreciso. Avrebbe potuto fare di più, da lui ci si aspetta molto altro.
 
Filippo SCAGLIA, Cittadella (comproprietà)
Minuti giocati – (tot. 2.547). Presenze: 32, gol 1
Infortunato, non ha preso parte alla sfida contro il Bari.
 
Sergiu SUCIU, Crotone (prestito)
Minuti giocati: 80 (tot. 2.077). Presenze: 28, gol 0
Se finisse adesso il campionato, per il Crotone sarebbero play out. Perdono i calabresi 3-2 in casa della Pro Vercelli in uno scontro diretto importantissimo, ed è sembrato mancare proprio l’apporto del centrocampista granata, salito in cattedra nelle ultime settimane per delle buone prestazioni. Lo si nota solo al 50′, quando realizza una splendida verticalizzazione per Matute, che colpisce al volo ma senza segnare. È l’unico squillo, viene sostituito a dieci minuti dal termine.
 
Alen STEVANOVIC, Spezia (prestito)
Minuti giocati: 15 (tot. 1.149 – con lo Spezia: 171). Presenze: 24 (8), gol 2 (1)
Un quarto d’ora di gioco per l’esterno serbo, che entra a risultato in cassaforte per lo Spezia, sul 4-1. Prova a dare il suo contributo, comunque: dopo 10′ ha l’occasione per andare a segno ma è poco reattivo sul pallone di Brezovec da sviluppo da calcio d’angolo, mentre al 92′ è bravissimo Arcari a opporglisi, e a impedirgli la gioia della rete. Prova a far capire di meritare qualcosa di più che pochi spezzoni di gara.
 
Mattia ARAMU, Trapani (prestito)
Minuti giocati: 23 (tot. 1.110). Presenze: 23, gol 2
Entra a poco più di venti minuti dal termine della gara, per cercare di dare più verve alla fase offensiva del suo Trapani, apparso piuttosto spento. Non ci riesce, anzi, è piuttosto ectoplasmatico: deve migliorare molto da questo punto di vista, anche se il Perugia ha saputo tenere davvero bene in difesa.
 
Vittorio PARIGINI, Perugia (prestito)
Minuti giocati: 22 (tot. 1.406). Presenze: 28, gol 3
Il suo cambio avviene in contemporanea con quello di Aramu: entra al posto di Ardemagni, con l’intenzione da parte di Camplone di favorire le ripartenze in contropiede. Ma, esattamente come l’ex compagno della Primavera, non lo si nota per nulla, se non al 90′, quando si fa ammonire per proteste. Non proprio una partita da incorniciare per lui, nonostante esulti per i preziosi tre punti che allontanano il nono posto e avvicinano, sensibilmente, i play off.
 
Lega Pro
 
Abou DIOP, Matera (prestito)
Minuti giocati: 7 (tot. 675 – con il Matera: 551). Presenze: 23 (15), gol 5 (5)
Gioca solo nel finale di gara, subentrando al posto di Madonia, l’atuore del gol vittoria del Matera (battuto il Melfi per 1-0). Non si nota per nulla, visto anche il poco tempo a disposizione. Stupisce che, nonostante i gol pesanti, non riesca a godere della fiducia del suo allenatore. Il Matera è ora terzo, a parimerito con la Juve Stabia, ex squadra proprio dell’attaccante in prestito dal Toro.

Andrea IENTILE, Sudtirol (prestito)

Minuti giocati: – (tot. 501). Presenze: 7, gol 0
In tribuna il difensore, nella sfida persa dal Sudtirol contro la Giana Erminio per 2-0.
 
Nicolò SPEROTTO, Cosenza (prestito)
Minuti giocati: – (tot. 1.186). Presenze: 14, gol 0
Infortunato di lunga data, come si temeva potrebbe aver già anticipato da diversi mesi la fine del campionato.
Alessandro COMENTALE, Monza (prestito)
Minuti giocati: – (tot. 129 – con il Monza: 0). Presenze: 2 (0), gol 0
Il Monza è a serio rischio play out, dopo il pareggio a reti bianche contro il Bassano. Il giocatore non viene convocato, come sempre.
 
Luca PARODI, Ancona (prestito)
Minuti giocati: – (tot. 1.685). Presenze: 27, gol 2
Dopo l’infortunio della scorsa settimana, ha saltato la sfida in casa dell’Ascoli, persa dall’Ancona per 2-1.
 
Emmanuel GYASI, Mantova (prestito)
Minuti giocati: 63 (tot. 597 – con il Mantova: 526). Presenze: 17 (15), gol 1 (1)
Il Mantova, già salvo, perde 2-1 in casa dell’AlbinoLeffe, ma non si può certo parlare di una squadra svagata o poco combattiva. Lo stesso attaccante, che parte titolare nel tridente composto da Boniperti e Said, partecipa in maniera molto attiva alla manovra, sia con azioni personali (al 12′ del primo tempo fallisce l’occasione che avrebbe riportato la squadra sull’1-1 dopo l’autorete fulminante di Gonzi), sia con azioni corali per mandare in gol i compagni. Dopo poco più di un’ora di gioco esce, lasciando il posto a Sartore, sul risultato che intanto era stato riportato in parità. Non può ritenersi insoddisfatto della prova.

Estero

Marcelo LARRONDO, Tigre (prestito)
Minuti giocati: 90 (tot. 884). Presenze: 10, gol 3
Gioca tutta la partita contro il Nueva Chicago, che coincide con una netta vittoria casalinga per il Tigre, per 2-0. A segnare, però, è il suo compagno di reparto, Luna, con una doppietta. Partecipa poco alla manovra della squadra e si fa vedere poco sotto porta. Questa volta, per l’attaccante in prestito dal Toro, non si può parlare di gara positiva, nonostante il risultato.

Juan SANCHEZ MINO, Estudiantes (prestito)
Minuti giocati: 90 (tot. 831). Presenze: 11, gol 1
Pareggio a reti bianche per l’Estudiantes in casa dell’Olimpo. Il centrocampista viene schierato come attaccante, sulla destra, nel tridente disegnato da Milito. Nel primo tempo le occasioni sono davvero molto poche, ma il secondo tempo sorride di più agli ospiti. Il giocatore, per altro, ha la possibilità di mettersi in mostra intorno al 20′ con un gran tiro a incrociare che esce di poco a lato.

Marko VESOVIC, Rijeka (prestito)
Minuti giocati: – (tot. 476). Presenze: 12, gol 1
Ancora squalificato, ritornerà a disposizione per la gara di domani contro il Belupo. Ha saltato la sfida di giovedì contro l’RNK Spalato.

Condividi