Cairo: “Toro, possiamo ambire a qualcosa di più”

0
14

Non è passata in sordina la visita che Urbano Cairo ha voluto fare oggi alla squadra, in vista del derby. Un modo per caricare i suoi giocatori “ma non troppo, perché se poi sentono troppo la partita si ottiene l’effetto contrario” ha dichiarato il patron granata. È contento, Cairo, per come ha visto oggi il Toro: “Sì, hanno sostenuto un buon allenamento, li ho visti concentrati. Se ho detto qualcosa in particolare? No, li ho soltanto salutati. Sono tutti molto ben preparati, e il mister è sul pezzo, penso che potremo fare una buona gara“.

E magari riscattare quel 2-1 dell’andata che brucia ancora, con quel gol di Pirloall’ultimo: “Ma io sono una persona ottimsta” ha continuato il presidente del Toro ai microfoni di Sky Sport “e ciò che mi dà dispiacere lo rimuovo. Penso solo a questo derby, o a quello della Primavera, che l’ha vinto e meritatamente. Sono molto felice per la squadra di Moreno Longo“.

Ma è più facile vincere questo derby, o vedere la Juve trionfare in Champions? “È una bella domanda, ma io so quello che faremo noi. Ce la metteremo tutta, vent’anni senza vittoria sono tanti, già all’andata abbiamo fatto bene, purtroppo è andata come è andata. Io direi che quel che conta è che in questi tre anni di A siamo cresciuti costantemente. Si può anche ambire a qualcosa di più, ma la Juve è molto forte. Intanto abbiamo dimostrato di avere giocatori di qualità e livello, con 12/13 nazionali. Sì, possiamo fare bene“.

Condividi