Gervasoni ritrova il Toro dopo le polemiche di Genova

0
30

L’ultimo precedente di Gervasoni con il Torino risale all’inizio della passata stagione: 6 ottobre 2013, Sampdoria-Torino 2-2. Un precedente senza dubbio negativo. Attorno al 70′ infatti, l’arbitro di Mantova concede un solare calcio di rigore a beneficio dei granata, grazie ad una bella azione di D’Ambrosio fermata fallosamente in tackle da Palombo in area di rigore: Cerci traforma. Gervasoni dirige la gara con poca autorevolezza e commettendo tanti piccoli errori fino a quello decisivo: vede, al 92′ , gli estremi per la concessione del penalty per un presunto fallo di Glik ai danni di Eder appena dentro l’area. In realtà il polacco è davanti all’attaccante e lo anticipa col ginocchio ma il brasiliano è scaltro e si frappone col corpo tra Glik e il pallone commettendo peraltro fallo. Ma il direttore di gara inverte il fallo e fischia il rigore del 2-2 finale.

Solo una partita con il fischietto di Mantova nella stagione precedente. Si tratta di Toro-Bologna vinto dai granata con gol decisivo di Danilo D’Ambrosio. La conduzione di gara di Gervasoni fu discutibile, con più ombre che luci. Nessun errore colossale ma tante indecisioni che, ad ogni modo, non influirono sul risultato positivo. Chissà se Darmian si ricorda ancora la sua ammonizione in quell’incontro: caduta dopo una spinta avversaria in area e ammonizione per simulazione, nonostante il terzino non avesse né accentuato la caduta, né chiesto il calcio di rigore.

Per risalire ad altri precedenti tra il Toro e Gervasoni, bisogna andare alla prima di campionato della stagione 2008/09, con la promettente vittoria granata per 3 a 0 sul Lecce, con reti di Rosina, Paolo Zanetti e Bianchi. Qualche mese dopo, arbitra anche la partita di Catania, nella quale i granata perdono 3-2 a dieci minuti dalla fine, dopo che erano andati in gol precedentemente con Colombo e Amoruso. Sempre in quell’annata, arriva anche l’eliminazione in Coppa Italia contro la Lazio, che si impone sulla squadra di Novellino per 3-1, dopo il vantaggio illusorio di Natali.

Nella stagione precedente, arrivano un 1-1 casalingo contro il Siena con rete di Dellafiore e un super Sereni che para due rigori; e vittoria per 1 a 0 all’Olimpico con l’Atalanta decisa da Simone Barone. Una piccola curiosità: Gervasoni ha debuttato in Serie A proprio arbitrando il Toro in trasferta a Livorno. In quell’occasione terminò in pareggio con gol granata di Cioffi.

In totale il bilancio con il fischietto di Mantova, in campionato, conta 3 vittorie, 3 pareggi e 1 sconfitta.

Condividi