Il Toro tenta l’accelerata per Avelar: il brasiliano primo obiettivo

0
72

Sta diventando, giorno dopo giorno, uno degli obiettivi maggiormente sensibili per il Torino che verrà. Danilo Avelar, quasi 26 anni, di professione terzino sinistro, è infatti in cima alle preferenze di Petrachi per rinforzare la fascia mancina in vista della prossima stagione. Occorrono circa tre milioni, la richiesta di Capozucca (ds del Cagliari), per far sì che la trattativa vada in porto. Ne vuole spendere poco più di due, il Toro.

 

Si tratta, ma dopo aver avuto il benestare del giocatore, felice all’idea di poter restare in Serie A e per cercare di arrivare in Europa League, la posizione del Torino si è oltremodo rafforzata. Già oggi è infatti previsto un contatto con il Cagliari, che è intenzionato, oltre ai soldi, a chiedere un paio di contropartite in prestito rigorosamente secco. Due giovani giocatori che, secondo i sardi, potrebbero fare la differenza in squadra: Barreca (su cui si sta muovendo mezza Serie B, in pole c’è il Latina) e quel Parigini già cercato lo scorso anno, che ancora non ha però sciolto le riserve sul futuro. All’attaccante classe ’96 non dispiacerebbe tentare la prima esperienza in Serie A, ma giocare in cadetteria, e in una compagine che mira alla promozione, verrebbe comunque considerato un salto avanti in carriera, dopo le esperienze a Castelammare di Stabia e Perugia.

 

Per quanto riguarda le contropartite, il Toro è a disposizione. Per quanto riguarda il lato economico, si diceva già prima, no. Ma la società di Cairo è intenzionata ad accelerare per il terzino, tenendo in stand-by Molinaro. Per l’ex Parma, c’è sempre il diritto di opzione per il rinnovo, che i granata stanno pensando di esercitare. Inizialmente, l’ipotesi era di scegliere uno tra Avelar e Molinaro, per poi andare a recuperare un giovane prospetto, dall’estero, e da far crescere con calma nel campionato nostrano. Ma i profili selezionati non stanno convincendo in pieno (anche in rapporto agli eventuali costi) e pensare a un rinnovo, ora, appare la soluzione più pratica per tutti. Già nei prossimi giorni sono attese novità.

Condividi