Jansson, a Milano per confermarsi affidabile

0
11

Tra caldo e un ritmo partita ancora non trovato, Pontus Jansson ha dovuto alzare bandiera bianca verso la metà del secondo tempo della sfida contro il Chievo. “Sentivo troppa stanchezza, per questo ho chiesto il cambio” è stata la sua spiegazione alla sostituzione con capitan Glik, che ha preso il suo posto al centro della difesa quando ormai la partita era virtualmente chiusa. Domenica sera, a San Siro, questa situazione potrebbe non verificarsi: infatti, vista la concomitanza dell’infortunio a Bovo, che molto probabilmente non verrà nemmeno convocato (ancora ieri si è allenato a parte), e la squalifica di Maksimovic, lo svedese e il polacco potrebbero giocare insieme dal primo minuto.Ventura, vista la assenza dei due difensori soliti a giocare sul centrodestra della difesa a cinque, dovrà per forza di cose inventarsi un pacchetto arretrato inedito. Difficile immaginare uno spostamento di Moretti dal suo ruolo naturale, con l’inserimento di Gaston Silva in mezzo a sinistra e Glik al centro, mentre sembra molto più probabile un terzetto con il capitano dirottato sul centrodestra, Jansson centrale e l’ex Genoa nel suo solito e naturale ruolo. E lo svedese dovrà confermare quanto di buono ha fatto intravedere in queste quindici apparizioni stagionali, durante la quali si è guadagnato la stima, l’affetto e anche la fiducia dell’ambiente granata. Contro il Chievo, eccezion fatta per quel “liscio” dopo pochi minuti che ha fatto trattenere il fiato a tutto lo stadio Olimpico, complice anche un attacco clivense tutt’altro che pericoloso, non ha corso particolari rischi, e il suo compito, seppur non particolarmente complicato, è stato diligentemente.Ora, a Milano, potrebbe partire nuovamente dal primo minuto, un evento che non accade da novembre: all’epoca, le due sfide in cui Ventura gli affidò una maglia da titolare furono Atalanta ed Helsinki. L’obiettivo di Jansson è quello di rimanere al Toro per crescere e continuare a migliorarsi. Il bilancio del suo primo anno sotto la Mole è assolutamente positivo, come ha detto all’evento organizzato dallo store della Kappa di Settimo la scorsa settimana. Per la prossima stagione, lo svedese vuole trovare più spazio: se il difensore continuerà a fornire prestazioni come quest’anno, allora anche questo desiderio potrà essere esaudito.   

Condividi