La partita dopo, ahi!

0
35

di Stefano Brugnoli – Dopo tanti anni mi trovo a rivedere una partita in curva, l’ultima volta era stata proprio a Reggio Emilia in un Reggiana-Torino in serie B deciso nella ripresa se ricordo bene da Ferrante.

Il risultato della Sampdoria dovrebbe caricare ulteriormente il Torino nella ricerca dei tre punti, ma Di Francesco schiera una squadra super offensiva e il Toro deve stare attento a non scoprirsi, deve attaccare con intelligenza. Nel primo tempo vengono create diverse occasioni, ma la bravura di Consigli e l’egoismo di Martinez fanno si che il risultato non si sblocchi, poi le punte a volte non sono neanche sufficientemente reattive per recepire i suggerimenti del centrocampisti granata, ci vuole più voglia di vincere per superare un Sassuolo ordinato che però è sempre da prendere con le molle per la qualità dei suoi attaccanti. Mentre il primo tempo va verso la fine il Toro che non aveva concesso praticamente niente sbaglia un appoggio in uscita mettendosi così in difficoltà e Glik viene a contatto con Floro Flores, l’arbitro fischia rigore tra le proteste.

Si va così nello spogliatoio immeritatamente in svantaggio, anche se è stato il Toro a fare la partita nel bene e nel male. La ripresa vede i granata svegliarsi solo dopo le sostituzioni che mettono in campo Maxi Lopez e Peres e subito dopo Calvarese fischia un altro rigore per un contatto sempre tra Glik e Floro Flores. Quagliarella trasforma calciando finalmente bene il calcio di rigore, mezz’ora rimane per segnare la seconda rete, ma la bravura di Consigli che si supera su Maxi Lopez e Quagliarella e l’imprecisione di Bovo in ben tre corner fanno si che il Torino non vinca una partita dove Padelli è intervenuto solamente per bloccare un tiro cross dell’ex Lazarevic.

Dalla curva si vede che la squadra gestisce bene il possesso palla anche se a volte appare un po’ leziosa e sbaglia troppi passaggi in uscita anche se non è pressata in maniera feroce. Purtroppo per l’ennesima volta il Torino patisce la partita seguente era successo precedentemente prima delle partite di coppa ed è successo oggi dove alcune scelte sono state dettate del derby di domenica prossima. Questa è una cosa che il Torino deve riuscire a gestire meglio, le affermazioni in settimana sul giocare una partita alla volta non hanno avuto in campo il seguito che ci si aspettava, il Toro è ricaduto nell’errore di non giocare al 100% regalando così punti agli avversari. Speriamo che serva a fare punti per continuare ad inseguire il sogno chiamato Europa League e per interrompere la striscia di sconfitte consecutive nel Derby, due obiettivi con una partita.

Condividi