Le pagelle di Torino-Cesena

0
68

ICHAZO 6: prima parata, facile, al 20′. Poco Cesena per mettersi in mostra, ma quando nella ripresa gli avversari si presentano con più costanza dalle sue parti non si fa vincere dall’emozione. Buona la prima per l’uruguaiano, sperando che non sia l’ultima.

 

PERES 6,5: si gioca poco dalle sue parti, specie nel primo tempo. Ma quando è chiamato in causa il brasiliano si rende pericoloso e fa scaldare il pubblico. Meno snervante di altre volte, meno alla ricerca della giocata a tutti i costi.

 

MAKSIMOVIC 7: la sterilità offensiva dei romagnoli fa in modo che per tutto il primo tempo il difensore faccia solo da spettatore. E quando la squadra di Di Carlo si spinge timidamente in avanti nella ripresa, il serbo mette in mostra tutta la sicurezza che, non per caso, lo ha reso.

 

GLIK 7: una partita nella partita per il capitano. Se in campo il Cesena non punge, è sugli spalti che il capitano è protagonista. Cori, applausi, striscioni: i granata non vogliono perdere il proprio uomo-simbolo (st 36′ JANSSON sv).

 

MORETTI 7: non è decisivo come a Milano, ma il gol sotto la Maratona del difensore corona una stagione giocata al massimo. In difesa non deve quasi mai intervenire.

 

DARMIAN 7,5: partita d’addio del terzino? Forse, e in cuor suo il giocatore sa di dover tanto a questa piazza e vuole lasciare il segno anche stasera. Prestazione all’altezza delle migliori contro un avversario però inesistente (st 33′ SILVA sv).

 

BENASSI 7,5: sarà che il Cesena porta bene al centrocampista, ma dopo il gol dell’andata ne realizza un altro, molto più bello. Una marcia in più per il giocatore, questa sera: l’ultima occasione prima che il Toro decida se puntare su di lui anche la prossima stagione.

 

GAZZI 6,5: l’instancabile motorino del centrocampo granata stavolta ha meno lavoro del solito da svolgere. Nonostante una stagione logorante e impegnativa, stasera è regolarmente in campo.

 

VIVES 7: destra o sinistra, poco importa. In assenza di alternative di ruolo Ventura si affida al suo jolly di centrocampo. E il numero venti entra in diverse azioni pericolose dei granata, chiudendo bene la stagione.

 

MARTINEZ 7: si sblocca a quasi 4 mesi dalla rete di Verona. Suo l’1-0 che porta avanti il Toro, sue anche le occasioni più pericolose del primo tempo. Con una mira migliore avrebbe portato a casa il pallone.

 

MAXI LOPEZ 8: a dispetto dell’infortunio che lo ha tenuto fuori in occasione della gara di San Siro, l’argentino sembra non essersi mai fermato. Ispirato sin dal primo pallone toccato, propizia l’1-0, sigla il raddoppio, si muove per la squadra ed è Martinez a beneficiarne maggiormente (st 29′ ROSSO sv).

 

All. VENTURA 7,5: in campo manda la migliore formazione possibile. Fa esordire Ichazo, dà ancora spazio a Rosso. L’ottavo posto sfugge ma il Toro chiude al meglio la stagione di fronte al proprio pubblico.

 

Arbitro DI PAOLO 6: buona la prima con il Toro, aiutato anche da una partita che non è affatto difficile da arbitrare.

Condividi