Le pagelle di Torino-Empoli

0
27
PADELLI 4: l’incredibile papera non solo fa andare sotto 1-0 il Toro, ma condiziona pesantemente tutto il primo tempo, dato che da quel gol i granata non si riprendono. Ogni retropassaggio di un compagno e controllo del portiere è accompagnato da brusio: non il miglior modo per ritrovare la tranquillità
 
DARMIAN 5: si limita a difendersi dalle incursioni e in rare occasioni riesce ad essere pericoloso nella metà campo empolese. 
 
MAKSIMOVIC 5.5: alterna buone chiusure ad errori di concentrazione. Errori che non si rivelano decisivi, ma dal serbo ci si aspetta parecchio di più
 
GLIK 5.5: non è la miglior partita del capitano e dopo il gol subito in avvio la difesa balla parecchio. Se Saponara può anche permettersi un tunnel al polacco prima di presentarsi al cospetto di Padelli, allora significa che non è proprio giornata
 
MORETTI 6: è una prestazione esente da sbavature decisive, la sua, ma nemmeno l’ex Genoa riesce a offrire una prestazione ai suoi soliti alti livelli
 
MOLINARO 5.5: nel primo tempo in particolare è autore di qualche sgroppata sulla fascia e un paio di cross che non trovano nessun compagno. Troppo impreciso (st 9′ PERES 6: si sistema a sinistra, lì dove il Toro sembra poter avere qualche varco. Il suo ingresso dà vivacità, guadagna la punizione che precede l’occasione più pericolosa della ripresa)
 
GONZALEZ 5: non è la migliore delle giornate per esordire dal primo minuto. Un tiro che si spegne a lato e niente’altro: sembra non aver capito quello che Ventura chiede a chi occupa quella posizione. 
 
GAZZI 5.5: riesce nella difficile impresa di non demeritare dopo 45′ brutti da vedere. Recupera palloni come ogni partita ma stavolta è la squadra a non assisterlo
 
EL KADDOURI 6: dimostra di poter essere pericoloso ogni volta che il pallone transita sui suoi piedi. Eppure è il meccanismo a non funzionare e il marocchino, pur avendo buone idee, si ritrova a predicare nel deserto. Cala nella ripresa a causa di un problema fisico (st 32′ FARNERUD sv)
 
MARTINEZ 5: al pronti-via è sui suoi piedi che capita la prima occasione del match, ancor prima del vantaggio dell’Empoli. Da lì in poi sparisce il Toro, sparisce il venezuelano, non pervenuto (st 11′ MAXI LOPEZ 5.5: l’uomo dei miracoli stavolta non riesce a lasciare il segno)
 
QUAGLIARELLA 5: non riesce a rendersi pericoloso per demeriti propri e di una squadra che oggi non vuole saperne di girare. Sua, però, la punizione che Sepe respinge poco prima della mezz’ora: unico tiro in porta nel secondo tempo.
 
VENTURA 5: rinuncia ad un giocatore come Peres forse calcolando già il suo impiego nella sfida di Marassi. Il Toro sulle fasce non punge come dovrebbe e dopo l’infortunio di Padelli il tecnico è costretto ad assistere impotente ad un primo tempo quasi al limite dell’imbarazzante. Perché è l’aspetto psicologico a tradire il Toro dei primi 45′: sarebbe stato necessario, se possibile, sostituire gran parte dei giocatori in campo. Corre ai ripari nel giro di pochi minuti dall’inizio della ripresa: alla mezz’ora, però, toglie un El Kaddouri non al meglio fisicamente, ma anziché inserire Amauri per alzare il baircentro, sceglie di mantenere il solito 5-3-2 mandando in campo Farnerud.
 
Arbitro TOMMASI 6: altro che amuleto, è spettatore di una delle peggiori partite del Toro in questa stagione. Dirige bene l’incontro e le sue decisioni sono praticamente sempre corrette.
Condividi