Molinaro, stallo sul rinnovo. Basha ai saluti

0
64

A pochi giorni dal termine del campionato, in casa Torino è tempo di valutazioni, e di possibili rinnovi. Non sono pochi i giocatori granata che potrebbero salutare l’ambiente al termine del campionato, in quanto in scadenza contrattuale. Se per Maxi Lopez è stata esercitata l’opzione per un altro anno, altrettanto invece non è ancora stato fatto per Cristian Molinaro, e potrebbe, questo, non accadere mai.

 

Il terzino mancino classe ’83 non è reduce da una brutta stagione, soprattutto nel mezzo del campionato, quando ha saputo dare il cambio a Darmian nella fase clou della stagione, tra Serie A e Europa League. Ma allora perché non è ancora scattata l’opzione? Perché, ancora, entrambe le parti stanno ancora portando avanti le loro valutazioni. Da un lato, il giocatore, che preferirebbe trovare l’accordo non soltanto fino al 2016, ma fino al 2017; dall’altra, il Torino, che non sa se potrà garantire al giocatore la titolarità e, soprattutto, deve fare i conti con i problemi legati alla Lista Tavecchio, da presentare prima dell’inizio della stagione.

 

Un giocatore, Molinaro, di cui la società granata non si priverebbe così a cuor leggero, ma che potrebbe essere “sacrificato” se gli incastri di mercato porteranno verso altre strade. La risposta, comunque, non tarderà ad arrivare, così come non è tardata per tutti gli altri giocatori in scadenza contrattuale.

 

Per Masiello e Barreto, manco a dirlo, le strade si separeranno qui, dopo un’annata da oggetti misteriosi e poco utili alla squadra. Per Castellazzi, ora infortunato, la parentesi granata è destinata a concludersi, così come dopo quattro anni di Toro, anche Migjen Basha è arrivato ai saluti. Il centrocampista albanese, tornato a disposizione nella seconda parte della stagione, ha infatti capito che non riuscirà a ottenere il rinnovo con il Toro, e dovrà salutare una piazza che ama e che ha sempre avuto grande stima nei suoi confronti. Il suo manager è ora alla ricerca di una sistemazione, che troverà anche facilmente, essendo a costo zero. Le squadre potenzialmente interessate (come le neopromosse Carpi e Frosinone, dove Basha venne lanciato) non mancano, il Toro sta per diventare il passato.

Condividi