Il pagellone 2014/2015: Gaston Silva

0
86

Nella scorsa sessione estiva di calciomercato sono state tante le scommesse arrivate a Torino per vestire la maglia granata. Alcuni hanno avuto la possibilità di mettersi in mostra in maniera più incisiva e soprattutto più continuativa, altri, invece, sono riusciti a ritagliarsi poco spazio riuscendo però, nonostante tutto, a convincere  comunque l’ambiente a puntare su di loro, soprattutto per il prossimo futuro. E uno di questi è sicuramente il difensore uruguayano Gaston Silva.

 

Cresciuto calcisticamente nel Defensor Sporting, è arrivato a Torino come potenziale sostituto di Emiliano Moretti, portando con sé un identikit di tutto rispetto: terzino sinistro, impiegato spesso anche come centrale difensivo, abile nei contrasti e nel gioco aereo e dotato di una buona tecnica. Un bagaglio che lascia intravedere, senza dubbio, ottimi margini di miglioramento e di crescita. Ma si sa il calcio italiano è molto diverso da quello estero e ritagliarsi uno spazio non è di certo facile, soprattutto se davanti hai un Moretti in grandissimo spolvero. Ed è proprio dal compagno e, ovviamente da mister Ventura che Gaston Silva ha potuto imparare, migliorare e crescere notevolmente in questo primo anno in granata. Dal suo esordio in Europa contro il Club Brugge, al gol segnato contro il Copenaghen sempre in Coppa, e nelle prestazioni in campionato i miglioramenti sono stati notevoli e molto evidenti.

 

Se le prime uscite del difensore con la maglia granata si sono rivelate interlocutorie, complice il difficile impatto con un calcio molto tecnico come quello del nostro campionato, le ultime hanno consegnato a Venutra, ai tifosi e a tutto l’ambiente un Silva del tutto diverso. Schierato spesso come difensore centrale, è infatti come esterno che ha fatto vedere le prestazioni più convincenti. Le presenze in questa stagione si sono fermate a quota 5 in campionato, troppo poche per poter andare oltre la sufficienza in pagella ma di certo un ottimo punto di partenza che fa di Silva, non solo una scommessa vinta, ma anche una bella speranza per il futuro di questo Torino.

 

 

Il pagellone 2014-2015: Gaston SILVA

 

 

 

VOTO: 6
PRESENZE: 5
GOL FATTI: 1

 

 

 

 

Condividi