Il pagellone 2014/2015: Paulo Vitor Barreto

0
111

Paulo Vitor Barreto è arrivato al Toro il 17 gennaio 2013 come rinforzo del mercato invernale, forte della fiducia di Giampiero Ventura, conquistata militando insieme all’allenatore nel Bari tra il 2009 e il 2011, grazie ad una prima stagione esaltante – capocannoniere della squadra con 14 reti in 31 partite – ed una seconda che, seppur più sotto tono a causa dei prolungati infortuni, lo vide inanellare 13 presenze e quattro gol.

 

Anche la seconda metà del campionato 2012-2013, in cui esordisce in maglia granata, è artefice di buone prestazioni le quali faranno ben sperare la tifoseria per l’anno a venire. In questo spezzone mette in mostra fantasia e tenacia siglando tre marcature in 16 gare.

 

Il brasiliano viene però coinvolto (per omessa denuncia) nelle vicende per il calcio scommesse riguardanti il secondo filone dell’inchiesta sulla squadra barese; a ciò conseguono tre mesi e dieci giorni di squalifica. Questa lunga pausa influenza negativamente il rendimento del giocatore, già poco costante, intaccando la sua forma fisica e mentale per tutta la stagione 2013-2014, nella quale non segna alcuna rete in 11 presenze.

 

Nonostante l’annata da dimenticare, la dirigenza decide di rinnovare la propria fiducia all’attaccante risolvendo la comproprietà con l’Udinese con il riscatto dell’altra metà del cartellino. Stimolato il giocatore mette in mostra una buona forma fisica nel pre-stagione, segnando anche un gol nel terzo turno di qualificazione all’Europa League durante la gara di andata contro il Brommapojkarna vinta per 0-3. Questa condizione è però destinata a perdersi. Le presenze del giocatore si fanno sempre più rade: a settembre viene schierato in entrambe le gare dei play-off della minor competizione europea per club; viene nuovamente impiegato a ottobre nella partita europea contro l’HJK (2-0 per il Torino) e nella sfida contro la Lazio – persa 2-1 – dove, con l’ingresso a partita in corso, colleziona i suoi unici 4 minuti di presenza in Serie A. Da lì in avanti la storia che tutti conosciamo: per “scelta tecnica” finisce fuori dalla lista dei convocati per non comparire più. Dopo Natale sembrava possibile il risanamento di quella che evidentemente era una frattura: messo sul mercato, accostato al Trapani, il giocatore è però rimasto a Torino dove non ha più avuto modo di scendere in campo. E si è conclusa così l’avventura al Toro. 

 

 

Paulo Vitor BARRETO

VOTO: 4

PRESENZE: 6

GOL: 1

Condividi