Parigini, tentazione Cagliari. Su Chiosa c’è il Carpi

0
34

L’ormai più che probabile proroga legata all’applicazione della normativa-Tavecchio in base alla composizione delle rose delle squadre di Serie A, ha portato il Toro a rivedere, non proprio parzialmente, i piani di mercato per la prossima stagione, relativamente agli Under 21 e ai giocatori del vivaio. Così, per i vari Chiosa, Barreca, Parigini, Aramu e i fratelli Gomis (e tutti gli altri, si tengono in considerazione i giocatori che hanno avuto maggiore fortuna nel campionato appena concluso, da non escludere anche Parodi) si aprono nuovamente le porte di un prestito, per continuare a monitorarli e capire se, in futuro potranno davvero essere utili alla causa.

 

Nuove esperienze all’orizzonte, quindi, e già qualche richiesta fatta pervenire a club e giocatori, che adesso si riservano di valutare. Quelle più interessanti, al momento, sono state recapitate a Chiosa e, soprattutto, Parigini. Per il centrale, conclusa l’esperienza dell’Avellino, potrebbe aprirsi finalmente il portone della Serie A, dopo tre anni tra Lega Pro e cadetteria. Su di lui si è infatti già mosso il Carpi, che vorrebbe potersi assicurare le prestazioni del giocatore, sempre in prestito, per la prossima stagione. Per il giovane attaccante classe ’96, invece le prospettive di mercato sono più variegate: è stato infatti inserito in una lista di giocatori da valutare con estrema attenzione da parte di Walter Sabatini, rimasto colpito dalle sue prestazioni con la maglia del Perugia. Chiaramente, qualora la Roma dovesse bussare alla porta del Toro, si aprirebbe una trattativa per una cessione a titolo definitivo dei granata ai giallorossi, che poi, a loro volta, lo girerebbero ulteriormente in prestito. Ancora, però, non è stata fatta nessuna proposta ufficiale, e forse potrebbe proprio non arrivare: ma che Parigini venga considerato uno dei migliori talenti del nostro campionato, è fuori da ogni dubbio. Chi invece si è già fatto sentire, chiedendo informazioni, è il Cagliari di Giulini, che deve ancora scegliere il suo allenatore ma che vorrebbe regalare ai tifosi un colpo a effetto, per quanto in prestito. La sensazione è che per Parigini ci sarà comunque un avanzamento, dopo il Perugia: l’idea è quella infatti di giocare in una squadra che possa dichiaratamente lottare per il vertice del campionato cadetto, e quella rossoblu viene considerata una piazza adatta a far compiere questo ulteriore salto avanti al giocatore.

 

Nulla di definito, ma già qualche interessamento palesato, esattamente come per Barreca, reduce da una stagione esaltante (nonostante il piazzamento finale della squadra) a Cittadella: il terzino mancino ha già avuto qualche richiesta in B, dal Crotone al Latina, che sembra davvero molto intenzionato ad assicurarsi le prestazioni del giocatore per il prossimo anno. È possibile che la trattativa subisca un’accelerata già entro giugno, soprattutto se il giocatore dovesse accettare la corte della squadra di Iuliano.

 

C’è poi Alfred Gomis che, chiusa in maniera piuttosto infelice (soltanto esclusioni nelle ultime settimane) l’esperienza all’Avellino, ha già avuto tre proposte piuttosto interessanti da Perugia, l’ambiziosa Salernitana e soprattutto il Cesena, che rivedrà molti elementi della sua rosa, in seguito alla retrocessione. Un terzetto di club piuttosto eterogeneo, che garantirebbe a Gomis il posto da titolare: il giocatore sta valutando quale possa essere l’offerta più convincente. Infine, Lys Gomis e Mattia Aramu. Rientrati dal prestito di Trapani, non resteranno a Torino: difficile un loro ritorno in Sicilia, più probabile un’altra sistemazione, in una squadra che si vorrebbe, anche in questo caso, più competitiva, per misurarsi in una realtà più difficile. Per ora, di proposte concrete non ce ne sono state, ma la sensazione è che non tarderanno ad arrivare.

Condividi