Parma, nella busta nessuna offerta: torna l’incubo serie D

0
33

Giornata cruciale, quest’oggi, per il futuro del Parma. All’ultima asta per rilevare il club è giunta un’offerta, in plico chiuso e sigillato, da parte di Giuseppe Corrado, rappresentante del gruppo “The Space Cinema”. Alle 12 scadeva il termine, ed è arrivata soltanto quest’offerta. Come si legge da un comunicato apparso sul sito ufficiale del Parma, oggi pomeriggio i curatori fallimentari della società apriranno il plico per verificarne il contenuto e la conformità. 

 

***AGGIORNAMENTO***

 

È stata da poco aperta la busta presentata da Giuseppe Corrado per l’acquista del Parma, al suo interno non c’era però nessuna offerta per l’acquisto della società, ma solamente una manifestazione di interesse. A comunicarlo è la stessa società crociata attraverso un comunicato.

 

“I curatori fallimentari del Parma FC S.p.A., dott. Angelo Anedda e dott. Alberto Guiotto, ed il notaio Giulio Almansi, designato dal Giudice Delegato a sovrintendere alle operazioni di vendita competitiva, comunicano che la busta pervenuta entro le ore 12.00 di oggi non contiene alcuna offerta d’acquisto dell’azienda sportiva del Parma FC. La comunicazione pervenuta consiste in una manifestazione d’interesse non conforme a quanto previsto dal Disciplinare di Gara e non corredata da cauzione, a firma delle società VIRIS S.p.A. e Unigasket S.p.A. Tale manifestazione d’interesse, unitamente alle altre comunicazioni ricevute dai curatori nella mattinata odierna, saranno sottoposte all’attenzione del Comitato dei Creditori e del Giudice Delegato nella giornata di domani, affinché vengano prese le opportune determinazioni”.

 

Domani sarà comunicata al Giudice delegato, Pietro Rogato, la manifestazione d’interesse da parte di Corrado. A quel punto il Giudice dovrà decidere se far partire le trattative private. In caso contrario il Parma ripartirà dalla serie D.

Condividi