Valzer panchine: Napoli ancora senza allenatore, dubbio Montella a Firenze

0
61

È passata appena una settimana dal termine del campionato e, come ogni anno, il calciomercato incombe. Tra trattative, ancora molto interlocutorie per la verità, interessamenti e voci che si rincorrono, tuttavia, per alcune squadre italiane la necessità resta ancora quella di trovare un tecnico per la prossima stagione. E se per alcuni club le cose si stanno definendo in maniera chiara, in altre piazze regna ancora sovrano il caos. Una su tutte il Napoli di Del Laurentiis che ha salutato, non senza qualche polemica per gli obiettivi mancati, Rafa Benitez e che ancora non ha trovato la guida per il prossimo campionato. L’obiettivo primario per il club partenopeo era portare a Napoli il tecnico del Siviglia Emery, autore della bella vittoria in Europa League. Obiettivo però sfumato nelle scorse ore. De Laurentiis, infatti, non è riuscito a convincere il tecnico a sposare il progetto azzurro e la possibilità per Emery di giocare la Champions, conquistata proprio con la vittoria contro il Dnipro, ha complicato notevolmente le trattative. Emery, dunque, resta al Siviglia, con cui ha rinnovato fino al 2017, e il Napoli si trova costretto a cambiare rotta. Il nome più caldo, nelle ultime ore, per sostituire Benitez sembra essere al momento quello di Sarri (accostato negli scorsi giorni anche al Torino). Il presidente De Laurentiis, infatti, è stato visto a cena proprio con l’ex tecnico dell’Empoli per vagliare l’ipotesi di un suo possibile approdo nel club partenopeo. Oltre a quello di Sarri, tuttavia, al Napoli sono stati accostati anche i nomi di Prandelli, che dai contatti avuti negli scorsi giorni con il club sembra essere disponibile a sposare la causa, e di Spalletti che invece sembra non essere pienamente convinto dal progetto tecnico del club. 

 

Chi invece sembra aver finalmente preso una decisione definitiva è Vincenzo Montella. Le dichiarazioni di stima e affetto verso la società, a dire il vero, non sono mai mancate così come non è mai mancato l’appoggio di Della Valle all’ex Aeroplanino ma fin’ora una certezza ancora non c’era. Finito il campionato, infatti, il tecnico ha deciso di prendersi qualche giorno di riflessione per capire se continuare con il club fiorentino o andare a cercare nuovi stimoli altrove. Una pausa decisamente troppo lunga, almeno per la società, che nei giorni scorsi, tramite un comunicato ufficiale sul sito della Fiorentina, si è detta non più disposta ad aspettare oltre: Montella avrebbe dovuto prendere una decisione definitiva. E la decisione non è tardata: poche ore dopo, infatti, il tecnico viola, pur dichiarando di essere rimasto sorpreso dal comunicato, ha confermato l’intenzione di proseguire il lavoro insieme alla Fiorentina. Per i viola, dunque, la situazione allenatore potrebbe sbloccarsi definitivamente nelle prossime ore.

 

Più certezze su altre panchine di Serie A, invece: il Milan, dopo l’esonero di Inzaghi, ha deciso di giocare la carta Mihajlovic. Nessun cambiamento, ovviamente, in casa Juventus e Lazio, così come per l’Atalanta e per l’Inter che continueranno rispettivamente con Reja e Mancini. La Sampdoria del presidente Ferrero ha scelto Zenga mentre Colantuono sostituirà Stramaccioni sulla panchina dell’Udinese.

 

Condividi