Serie A, la 36^ giornata

0
33

Siamo ormai giunti alla terzultima giornata di campionato e i verdetti ancora da decretare sono ormai pochissimi. Con scudetto assegnato e Parma, Cesena e Cagliari condannate alla Serie B non resta che aspettare di capire chi saranno le qualificate per la Champions e l’Europa League del prossimo anno. Ma vediamo nel dettaglio le partite di questo fine settimana.

Come di consueto si parte questa, alle 18, con uno degli incontri più interessanti: il derby d’Italia tra Inter e Juventus. I bianconeri sono reduci dal passaggio in finale di Champions e, ovviamente, non hanno più nulla da chiedere al campionato. L’Inter invece ha l’obbligo di fare più punti possibile. L’Europa, a differenza di quello che si pensava ad inizio stagione, è vicina e perderla adesso vorrebbe dire far riapparire quei fantasmi che hanno caratterizzato gran parte della stagione dei neroazzurri. Alle 20:45, invece, si sfideranno Sampdoria e Lazio. I tre punti sono d’obbligo per entrambe: la Lazio, dopo la battuta d’arresto contro l’Inter deve ritrovarsi, e in fretta, se vuole conquistare il secondo posto. La Sampdoria, dal canto suo, vede le pretendenti all’Europa League sempre più vicine: un errore adesso potrebbe costare molto caro.

 

Domenica, all’ora di pranzo, il Sassuolo ospiterà in casa il Milan. I neroverdi, dopo aver conquistato con largo anticipo la salvezza hanno mollato un po’la presa ma restano comunque una squadra difficile da affrontare. Dall’altra parte, i rossoneri, non hanno di certo disputato una gran stagione ma la vittoria contro la Roma segna comunque un traguardo importante almeno per il morale.

Nel pomeriggio, invece, saranno 4 gli incontri in programma. L’Atalanta ha l’occasione, in caso di vittoria, di raggiungere finalmente la matematica salvezza ma dovrà farlo contro il Genoa che vede sempre più vicina la possibilità di qualificarsi all’Europa League e di certo non renderà la vita facile agli orobici. Il Cagliari, invece, dopo il pareggio contro la Juventus ospiterà in casa il Palermo che è reduce dalla sconfitta di Bergamo e da un periodo in netto calo. Hellas Verona ed Empoli sono invece appaiate a quota 41 e non hanno più nulla da chiedere a questa stagione. Una vittoria, ovviamente, potrebbe comunque arricchire un bottino di soddisfazioni già ampio. Infine, il Torino, dopo aver perso malamente contro il Genoa e aver detto addio ai sogni europei, ospiterà in casa il Chievo con l’obiettivo di chiudere al meglio una stagione comunque da incorniciare.

 

Saranno poi tre i posticipi che chiuderanno il 36°turno. Domenica sera alle 20:45 la Roma ospiterà l’Udinese. Risultato obbligato per i giallorossi che dopo la sconfitta contro l’Inter devono assolutamente portare a casa i tre punti se vogliono mantenere il vantaggio, seppur molto ristretto, sulla Lazio. Lunedì sera, alle 19, andrà in scena Fiorentina-Parma, con i viola che, nonostante la vittoria nel derby contro l’Empoli, non possono permettersi altre battute d’arresto se vogliono mantenersi saldi al 5° posto. Il sipario sulla terzultima giornata di campionato calerà, infine, alle 20:45, con la sfida tra il Napoli, fisicamente e soprattutto psicologicamente in calo, e il retrocesso Cesena. 

Condividi