Superga, la messa delle giovanili granata

0
80

Stanno cominciando a prendere posto i giovani giocatori granata, dentro la Basilica di Superga, dove a breve comincerà la messa di don Aldo Rabino per tutte le giovanili del Torino. Già da diverso tempo, ragazzi di ogni età, rigorosamente in divisa ufficiale, avevano riempito il piazzale antistante la basilica, e si stanno accomodando in questi minuti.

 

Si aspetta ancora l’arrivo del presidente Cairo, che assisterà insieme con tutto il settore giovanile (che comprende, naturalmente, anche tutto lo staff tecnico) alla messa, per poi scambiare qualche parola a tutti i ragazzi. Altissima partecipazione per questo pomeriggio, per un evento che, dopo il successo dello scorso anno, è stato felicemente replicato.

 

È arrivato da pochissimi minuti anche il presidente granata, e comincia quindi la funzione celebrata da don Aldo. In precedenza, qualche rapidissima battuta di Moreno Longo: “È un momento molto importante per noi, questo” ha dichiarato il tecnico della Primavera. “I ragazzi possono davvero capire cosa voglia dire essere granata“.

 

Continua intanto la messa di don Aldo Rabino. Cairo è seduto al fianco di Comi e Bava.

 

Don Aldo Rabino si è voluto complimentare con tutti i ragazzi delle giovanili: “Ben tre delle squadre sono arrivate nella fase finale. Siamo qui per celebrare il Grande Torino, che va sempre rispettato. Purtroppo questo non sempre avviene, basti pensare al 4 maggio e a quello che è successo qui davanti“.

 

E dopo una sentita omelia, in cui è stato nuovamente ricordato il valore della storia e il valore dei più grandi verso i ragazzi, finisce la messa.

Condividi