Tentata estorsione: Lotito indagato. La Digos in FIGC

0
38

C’è di nuovo l’ombra di Lotito dietro i finanziamenti illeciti alle società di calcio. È quanto si desume dal fatto che il presidente della Lazio sia stato iscritto nel registro degli indagati all’interno dell’inchiesta portata avanti dai pm di Napoli D’Onofrio, Ranieri, Capuano e De Simone (e coordinata dal procuratore aggiunto Piscitielli) in merito a movimenti di denaro poco chiari per quanto riguarda i finanziamenti soprattutto dei club di Lega Pro.

 

Segnatamente, Lotito sarebbe finito nel registro indagati per tentata estorsione, e nel frattempo la Digos sta effettuando una perquisizione negli uffici della FIGC per riuscire a ricostruire i presunti finanziamenti illeciti. A gettare nuovi sospetti su patron biancoceleste, tra i massimi sostenitori della candidatura di Tavecchio, è stata una telefonata, registrata e consegnata nelle mani degli inquirenti, dal dg dell’Ischia Iodice, che già era tornato alla ribalta per quel famigerato colloquio telefonico in cui lo stesso Lotito aveva dichiarato “rovinosa” una possibile promozione in A del Carpi.

 

Si attendono ulteriori novità sulla vicenda, che sembra essere davvero senza fine. E che ancora una volta, coinvolge il massimo dirigente di una delle società calcistiche più importanti del campionato italiano.

Condividi