Torino-Cesena 5-0 / I granata chiudono al nono posto

0
44

Secondo tempo. Nessun cambio nella ripresa: Torino e Cesena riprendono a giocare con gli stessi uomini del primo tempo. Striscione in Maratona per Kamil Glik: “Ti amiamo perché sai lottare, Capitano non te ne andare”. Il risultato cambia ancora, dopo 4′: su corner di Vives ci mette la testa Moretti e porta a quattro le marcature granata. Cori anche per il numero ventiquattro, alla seconda rete stagionale dopo quella messa a segno a Milano contro l’Inter. Al quarto d’ora Maxi Lopez sfiora la doppietta personale, ma Bressan gli si oppone. Nulla può al 25′ quando un bel filtrante di Moretti pesca Bruno Peres che rimette in mezzo il pallone: Martinez anticipato, non l’argentino che sigla il 5-0. E c’è tempo per la standing ovation: Ventura richiama Maxi Lopez e fa entrare Simone Rosso, alla seconda presenza consecutiva, poco dopo tocca a Darmian lasciare il campo per Gaston Silva. L’ovazione maggiore, però, è tutta per Kamil Glik: tutti in piedi ad applaudire il capitano quando questo lascia il posto a Jansson. Sul 5-0 è ormai una festa: continui cori e applausi per la stagione. Peccato per le notizie che arrivano da Milano e per il pari illusorio e momentaneo dell’Empoli. Il Toro chiude il campionato con una vittoria e al nono posto: al termine del match giro di campo dei giocatori, accompagnati dalle famiglie.  

 

Primo tempo. Alla lettura delle formazioni la sorpresa è doppia: Maxi Lopez, perfettamente ristabilitosi dall’infortunio, è in campo dal primo minuto al fianco di Martinez. Inoltre, fatta eccezione per Ichazo al debutto, il resto della squadra messa in campo da Ventura è la migliore possibile. Ci sono i titolari, mentre i giovani Primavera oltre ai giocatori meno impiegati (come Silva e Jansson) partono dalla panchina. Un Maxi Lopez ispirato, lo si vede sin da subito. Ed è proprio dall’argentino che parte l’azione che porta il Toro al vantaggio: suo il suggerimento per Vives, conclusione respinta da Bressan e colpo di testa da due passi di Martinez, al 10′. Poco dopo grande progressione e conclusione potente di Darmian: Bressan si oppone e mette in angolo. In campo c’è solo il Toro e il Cesena fatica a passare la metà campo. E così arriva anche il raddoppio: cross di Darmian, grande elevazione di Martinez e colpo di testa che va a stamparsi sulla traversa. Il pallone rimbalza vicinissimo alla linea di porta senza varcarla: Maxi Lopez, che aveva seguito l’azione, deposita in rete per il più facile dei gol. La prima parata, facile, di Ichazo arriva solo al 20′, in una rara sortita dei romagnoli. Al 31′ il pubblico si esalta: da almeno trentacinque metri Benassi lascia partire una conclusione che si insacca alle spalle di Bressan. Cori per Giampiero Ventura che arrivano dagli spalti: e visto il risultato e la supremazia, ai giocatori granata stasera riesce tutto. Martinez sembra con la mente più sgombra rispetto alle ultime uscite, Benassi è in gran forma, e il Toro amministra senza troppi patemi. Allo scadere, in pieno recupero, Martinez ancora lanciato da Maxi Lopez, sfiora il gol. Si va al riposo sul 3-0.

 

 

 

Condividi