Toro-Cesena, le statistiche certificano il dominio granata

0
38

Il Toro ha archiviato la pratica Cesena con un netto 5-0, concludendo questa lunga stagione nel migliore dei modi, dopo il piccolo calo finale che ha portato alle brutte sconfitte contro Genoa e Milan. Anche i numeri del match certificano il dominio incontrastato del Toro, in vantaggio per due reti al 16′ del primo tempo e superiore in tutto agli avversari, già matematicamente condannati alla Serie B.

Per la terza volta in stagione, il Toro ha realizzato ben 5 gol nella stessa partita: l’1-5 a Copenaghen (11 dicembre) in Europa League, il 5-1 contro la Sampdoria dell’1 febbraio e, appunto, il 5-0 di ieri ai danni del Cesena. Con la doppietta di ieri Maxi Lopez ha raggiunto quota 10 gol stagionali con il Toro, 7 in campionato e 3 in Europa, che si vanno ad aggiungere all’unica rete segnata con la maglia del Chievo nella prima parte di campionato. Un bottino strepitoso, soprattutto perchè raggiunto in metà stagione e dopo tutte le vicissitudini che avevano accompagnato il giocatore in questi ultimi anni di carriera. 
Con quella di ieri, sale a quota 3 reti in campionato Jorge Martinez, dopo i tre gol realizzati in Europa League a quello segnato contro la Lazio in Coppa Italia. Stesso numero di reti in campionato di Marco Benassi, anche lui marcatore ieri con un bel tiro dalla distanza. 

 

Non ha avuto granché da fare, alla sua prima in maglia granata, Salvator Ichazo, ieri spettatore aggiunto vista la scarsa vena offensiva degli opsiti, che hanno chiuso la partita con un solo tiro in porta, a fronte dei dieci tiri nello specchio dei granata. Numeri che si sommano al predominio nei calci d’angolo (5 a 1) e al controllo del possesso palla, superiore al 60% nel primo tempo e lasciato in mano agli ospiti nel secondo tempo, a risultato acquisito.

 

Al 78′ ha lasciato il campo Matteo Darmian per quello che è sembrato un triste saluto a Torino e a quei tifosi che l’hanno accolto e sostenuto sin dai primi giorni in maglia granata. Il campione ha chiuso la sua stagione con la cifra record di 46 presenze tra campionato, Europa League e Coppa Italia, a cui bisogna aggiungere quelle con la Nazionale Italiana. Una stagione da incorniciare per rendimento, tenuta fisica e risultati. Indimenticabili le sue reti nell’impresa di Bilbao e nel ritorno al successo contro la Juventus.

Condividi