Toro, Europa più vicina: perde anche la Sampdoria

0
19

Dopo il risultato del primo posticipo odierno che ha visto perdere la Fiorentina, giungono buone notizie anche da Napoli, per il Torino. I partenopei hanno infatti battuto la Sampdoria con un netto 4-1, avvicinandosi alla Roma ma soprattutto facendo frenare i blucerchiati, che restano a 50 punti. Il sesto posto, rappresentato dalla Fiorentina, dista due lunghezze dai granata; il quinto è a tre. Si è quindi considerevolmente ridotta la distanza rispetto a qualche giornata fa, con Torino e Genoa a pari punti e, poco sotto Inter e Milan.

Per quanto riguarda la partita di Napoli, la Sampdoria ha faticato parecchio contro la squadra di Benitez: passata in vantaggio abbastanza casualmente con un autogol di Albiol (su cross di Eder, che poi uscirà per infortunio), la compagine blucerchiata si è fatta recuperare con Gabbiadini (ma è clamoroso l’errore di Viviano che si lascia sfilare il pallone sotto le gambe), Higuain (che chiuderà le danze con un rigore) e poi Insigne, autore di un euro gol all’inizio del secondo tempo. Alla Sampdoria resterà il tempo, sul finire della gara, per realizzare un bel gol con Muriel, che però ha valore solo per il gesto tecnico. Il Toro, quindi, non sorride solo per il derby. L’Europa non è un sogno impossibile da realizzare.

NAPOLI-SAMPDORIA 4-2

Marcatori: pt 12′ aut Albiol (S),31′ Gabbiadini (N), 34′ Higuain (N); st 2′ Insigne (N), 35′ rig. Higuain (N), 43′ Muriel (S)

Ammoniti: pt 3′ Britos (N), 24′ Mesbah (S)

Recupero: pt 1′; st 2′

Napoli (4-2-3-1): Andujar; Henrique, Albiol, Britos, Ghoulam; Jorginho, David Lopez (st 31′ Gargano); Callejon, Insigne, Gabbiadini (st 20′ Hamsik); Higuain (st 37′ Zapata). A disposizione: Rafael, Colombo, Strinic, Mertens, Koulibaly, Mesto, Inler. Allenatore: Benitez

Sampdoria (4-2-3-1): Viviano; De Silvestri, Silvestre, Romagnoli, Mesbah; Palombo (st 18′ Duncan), Obiang; Eder (pt 45′ Muriel), Soriano (st 30′ Bergessio), Eto’o, Okaka. A disposizione: Romero, Acquah, Munoz, Marchionni, Wszolek, Coda, Regini, Correa, Rizzo. Allenatore: Mihajlovic.

Condividi