Toro, per Ichazo in palio il futuro

0
38

Tra curiosità e aspettative, il momento di Salvador Ichazo sta finalmente per arrivare. Era da diverse settimane che Padelli era finito in diffida, e nel post-partita di Marassi è arrivata la quarta ammonizione: squalifica in arrivo, quindi, con l’uruguayano pronto a prendere il suo posto. Quella contro il Chievo Verona sembra davvero essere l’occasione giusta per vedere all’opera il giovane portiere, arrivato direttamente dall’Uruguay nella sessione invernale di mercato, subito dopo l’addio di Gillet, finito in B al Catania. Da allora sono passati quasi cinque mesi, ma nessuno ha ancora potuto osservare le qualità di Ichazo.Nemmeno Ventura e il suo staff, perché di chances, al classe ’92, non ne sono ancora state concesse, complice anche la situazione di classifica del Toro che, fino alla sfida contro il Genoa, permetteva ancora di sognare un posto per la prossima Europa League. Forse, se Padelli non avesse dovuto scontare un turno di squalifica, Ichazo non sarebbe mai sceso in campo, ma ora, giocoforza, il momento sta arrivando. Il ballottaggio con Castellazzi, l’altro possibile sostituto del portiere titolare granata, dovrebbe risolversi in favore dell’uruguayano per diversi motivi. In primis, perché Ventura, parlando alla stampa dopo la batosta contro il Genoa, ha dichiarato che ora ci sarà spazio sia per chi ha giocato meno, sia per i più giovani, visto che ormai, almeno in termini di classifica, il campionato del Toro, a meno di clamorosi quanto imprevedibili ribaltoni, si è già concluso: e Ichazo rientra assolutamente in entrambe le “categorie”, essendo un ’92 che ha ancora vuota la casella dei minuti giocati. Poi, c’è un discorso di mercato, perché il giovane portiere è in prestito con diritto di riscatto, e bisognerà capire se puntare decisamente e fortemente su di lui. Per far ciò, inevitabilmente, bisognerà vederlo alla prova, non soltanto durante gli allenamenti o alle partitelle in famiglia in Sisport. Per tutti questi motivi, quindi, sia in ottica di mercato, sia per il “buon senso”, contro il Chievo ci sono molte possibilità di vedere Ichazo a difendere i pali della porta granata. E chissà, magari anche nelle successive due sfide, quelle contro Milan e Cesena, che potrebbero far prendere a Ventura e alla società una decisione definitiva sul suo futuro. Lui, intanto, non ha mai nascosto di voler rimanere in Italia: dalle parole, bisogna passare ai fatti, e ora il momento sembra davvero essere arrivato. 

Condividi