Valeri, l’arbitro dei pareggi

0
36

Per la seconda volta in questa stagione Paolo Valeri è stato designato per dirigere una partita del Torino. Era accaduto la prima volta lo scorso 28 settembre, in occasione della gara casalinga contro la Fiorentina (1-1 il finale con gol di Quagliarella e pareggio di Babacar). Il fischietto di Roma è l’arbitro dei pareggi: tutte le volte che il Torino e Valeri hanno incrociato i loro cammini in campionato, i granata non sono mai riusciti ad ottenere più di un punto.

 

Come detto in precedenza, in questa stagione Valeri ha diretto l’1-1 contro la Fiorentina. Due precedenti anche nella scorsa stagione: 0-0 in casa contro la Fiorentina, 3-3 in trasferta contro il Livorno, con il Toro capace di andare sul 2-0 in pochi minuti, ma che si è poi fatto rimontare dagli amaranto passando in svantaggio, nei minuti finali un rigore di assegnato ai granata, trasformato da Cerci, ha riportato il parità il risultato. Nella stagione 2012/2013 ha arbitrato invece altri due 1-1 del Torino: al San Paolo, con gol granata di Sansone in pieno recupero, e al Bentegodi contro il Chievo con un rigore assegnato, e trasformato da Cerci, per i granata. Nel 2011/2012 ha invece diretto l’esordio in trasferta di Ventura sulla panchina del Torino, nel match di Coppa Italia perso 1-0 contro il Siena.

Il primo precedente risale invece alla stagione 2009/2010, con Colantuono in panchina, il match era Torino-Cesena, partita importante importate in ottica promozione terminata 1-1.

 

Il bilancio complessivo del Torino con Valeri arbitro è quindi di sei pareggi, una sconfitta (in Coppa Italia) e nessuna vittoria.

Condividi