Ventura: “Sconfitta figlia della stanchezza”

0
26

Giampiero Ventura commenta la partita contro il Genoa di oggi, che a suo avviso è stata figlia “soprattutto della condzione fisica. Dire 50 partite significa quasi 3 mesi di campionato in più, e quindi evidentemente c’era un po’ di stanchezza. Onestamente, dopo l’1-1 pensavo anche di poterla vincere, poi dopo il 2-1 non abbiamo avuto più la forza di reagire. Questo è stato proprio dettato dalla stanchezza. Non sono soddisfatto degli ultimi 5 minuti, in cui abbiamo preso quei 3 gol evitabilissimi, con un risultato che è diventato decisamente più rotondo. Mi spiace, perché abbiamo cancellato in 4 anni un’immagine di un Toro diverso, che sapeva fare un gioco preciso dal primo al novantesimo. Fino all’80’ faccio i complimenti alla mia squadra, non posso condividere gli ultimi minuti, si è andata a intaccare un’immagine che non è la nostra“.

 

Potevamo sfruttare meglio le fasce, con il Genoa che marcando a uomo poteva darci ampio spazio di movimento. Non riuscendoci abbiamo dimostrato che è stata una questione più fisica che di testa. Se concediamo spazio a avversari veloci come i loro, poi diventa più difficile“.

Condividi