“Abbonamento rinnovato: Cairo, perché non regalare la prima di Coppa?”

18
3197
Cairo

Lettera di Steve Della Casa al presidente granata: “A chi ha rinnovato, senza certezze, l’abbonamento: perché non fare un regalo?”

Ho rinnovato il mio abbonamento. Anche quest’anno, disciplinatamente, per tempo. L’ho fatto prima ancora di avere la certezza che il serbo e lo spagnolo fossero dei nostri. Mi ha molto colpito il fatto di non essere stato il solo: prima dell’ufficialità di Ljaic e di Iago, infatti, abbiamo rinnovato in 7.000.

Ora, io non sono solito chiedere, implorare, fare i conti in tasca agli altri (men che meno ai presidenti). Però questa volta mi sento di chiedere qualcosa anche io. Il 14 agosto si torna al “Grande Torino”, inizia la Coppa Italia. Questa coppa per noi sarebbe molto importante, è la certezza di andare in Europa, è un torneo che dà prestigio.

Ecco: mi piacerebbe se la società ci facesse un regalo, e cioè se a noi che abbiamo creduto nel Toro senza se e senza ma avessimo quella partita offerta. Il risultato sarebbe: stadio sicuramente pieno, volti sorridenti, gufi che non hanno niente da dire e sostegno alla squadra. Pensateci, gente. Uno dei 7.000 veri fedelissimi.

Condividi

18 Commenti

  1. Purtroppo la Coppa Italia viene considerata una sorta di opzionale da usare gli ultimi due mesi a scopo televisivo. Il modulo ( deciso dai mafiosi di lega) è fatto in modo di tirare dritto senza creare tanti mugugni ed assicurarsi che le top 8 facciano poi il vero mini trofeo. Una volta era altra roba. Basterebbe fare come gli inglesi ma in fondo visto che la rosa sono di 25 si potrebbe tranquillamente fare andata e ritorno correttamente. A me viene il vomito a pensare alla coppa TIM ma chiaro sarebbe da puntare tutto su quella. Ma quest’anno arriviamo almeno nelle prime 8.

  2. quella di @spettro è una buona idea. a bologna, proprio per bologna-toro dello scorso anno, il bologna fece una giornata speciale, quasi gratis: gli abbonati potevano portare fino a 4 persone allo stadio, gratuitamente. il bologna, che faceva pochi incassi fino a quel momento, ha riempito lo stadio, quella domenica.

  3. Sono uno di quei 7000. È una buona idea ma vado controcorrente. Per me è una buona idea anche il contrario. Preferisco in assoluto molto di più i prezzi popolari. 5 euro in curva e 10 nel resto dello stadio. Anzi 10 dappertutto così i tifosi si distribuiscono meglio. E sul sogno di una maglia(di nuovo) senza sponsor come non essere d’accordo? Sempre e solo Forza Toro!

  4. Seconda richiesta, dopo i doverosi ringraziamenti per quanto sta facendo per il Toro. Non usare la maglia del Toro per puri fini commerciali. Non dico di non lasciare spazio a uno sponsor, anche se sarebbe meglio usare tutto tranne la maglia, per gli sponsor. Però è penoso il modo in cui vengono attaccati gli sponsor sulla maglia del Toro. Ieri sera una patacca rosso arancione con scritta blu, sulla banda diagonale granata, ma come si fa!!!! Un po’ di gusto e di rispetto. Dietro la scritta dell’antifurto, poi ne piazzerà un’altra sul petto. Basta… è uno schifo. Come si fa a non capire che così si danneggia il prodotto? Si portano a casa due lire oggi e si scredita la maglia che dovrebbe essere qualcosa di sacro, calcisticamente parlando. Come può un giocatore rispettare una maglia conciata in quel modo? Dai!

    • Gianluca, per quanto effettivamente la maglia ieri fosse abbastanza inguardabile, purtroppo le multinazionali hanno regole molto rigide riguardo la rappresentazione del proprio marchio, c’è molto poco spazio di manovra a riguardo. L’effetto purtroppo è quello che è, siamo d’accordo.

  5. Non faccio l’abbonamento anche se, quando sono qui, quasi sempre spendo di più. Però sarebbe un’ottima idea! Però devono essere compresi anche quelli che lo insultano o sfottono sempre; quelli in prima fila!