Meggiorini eroe: salva una donna dal fidanzato violento

23
2234
meggiorini

L’episodio è avvenuto la scorsa notte: l’attaccante ex Toro si precipita in strada, immobilizza l’uomo e attende l’arrivo delle forze dell’ordine

Un episodio che avrebbe potuto concludersi in una brutta tragedia, è diventato invece cronaca di un atto eroico da parte dell’ex attaccante del Toro Riccardo Meggiorini. Il centravanti del Chievo Verona ha infatti evitato che le cronache riferissero dell’ennesimo esempio di violenza sulle donne.

Come riporta il sito de La Repubblica, Meggiorini ha salvato una donna che stava subendo violenza dal suo stesso fidanzato. Svegliato alle 2.30 di notte dalle urla della donna, picchiata dall’uomo che cercava anche di strapparle i vestiti, Riccardo si è affacciato alla finestra e ha capito subito quello che stava accadendo per strada.

Senza esitare, ha chiesto alla sua compagna di chiamare le forze dell’ordine, mentre lui si è precipitato in strada. Non riuscendo a calmare l’uomo, il 31enne giocatore si è avventato su di lui immobilizzandolo fino all’arrivo dei carabinieri.

Condividi

23 Commenti

  1. A legger i commenti qua sotto quando era a Torino sembra che era il più amato e il più applaudito e pur mi ricordo che era sempre messo incroce e fischiato da tutti, ma forse è la mia memoria che mi tradisce…… mistero del tempo che passa…..

  2. L’ho scritto in tempi non sospetti (e questa vicenda non cambia una virgola se non a dimostrazione di valori umani indiscutibili), Meggio è l’UNICO giocatore dell’era Petrachi che si è espresso ad alti livelli dopo essere stato ceduto. L’anno scorso ha fatto un campionato pazzesco. I sacerdoti del pensiero unico fanno finta di niente e non ne parlano mai perché è troppo compromettente riconoscerlo dopo averlo sbertucciato per anni. Così come non parlano mai di Bianchi elevato al rango di semidio e finito a fare la panca in b. Ecco, io mi incazzo poco ma queste cose mi mandano letteralmente in bestia. Tra l’altro con il nostro schema attuale sarebbe perfetto, e avremmo in spogliatoio un uomo con due meloni così (sicuramente più grossi di tutti quelli che lo fischiavano messi insieme).

    • Qui commenta gente che l’ha trattato come un cane. Allo stadio i fischi prima di alcuni match mentre era in panchina (perché oscurava il crack sansone, manco avesse mandato affanculo qualcuno) sono uno dei punti per me più bassi degli ultimi anni come tifoseria. Ma il fondo del barile peró lo raschia chi ora scrive “in fondo l’ho sempre apprezzato” e lo sbertucciava prima. Standing ovation.

  3. per me è pure un ottimo giocatore come sta dimostrando a Verona, spiace dirlo, ma la sua rimane una pagina non di cui essere orgogliosi nella storia del nostro tifo, non abbiamo saputo sostenerlo, una persona come ce ne sono poche nel calcio.

  4. Che differenza tra lui e i fighetti del calcio nostrano …..chi di loro sarebbero scesi in strada ?
    Tra l’altro un attaccante che come corsa e contributo incarnava perfettamente il credo venturiano e non lesinava mai impegno e troppo ingiustamente criticato.
    Grande Meggio!!!