Tragedia Chapecoense: arrestati tre dirigenti della compagnia aerea

1
805

Il direttore generale e due manager fermati dalla procura di Santa Cruz con l’accusa di gravi irregolarità sul volo della squadra brasiliana

Novità importanti sull’inchiesta aperta dalla procura di Santa Cruz riguardo all’incidente aereo che ha provocato la morte di 75 persone, tra cui l’intera squadra brasiliana della Chapecoense. Sono scattate le manette, infatti, per Gustavo Vargas Gamboa, direttore generale della compagnia aerea LaMia. Con lui fermati altri due dirigenti. Troppe infatti le irregolarità riscontrate sul volo che avrebbe dovuto portare la Chapecoense a giocarsi la finale di Copa Sudamericana. Mancanze che sarebbero state già evidenziate prima del decollo, ma che non hanno impedito la partenza del velivolo. Su tutte sembra sia stata la mancanza di carburante a causare il disastro.

Come riportato da La Razon, gli occhi della procura si spostano ora sull’autorità aereoportuale che ha dato il via libera al decollo e, in particolare, sulla figura della funzionaria Cecilia Monasterio, fuggita in Brasile per le numerose minacce ricevute.

Condividi

1 COMMENTO